Tag

livingroom

Browsing

Il divano si rinnova. Allarga gli orizzonti, muove le linee, adatta le forme, moltiplica i modelli ed esplora i materiali. Diventa così nuovo e versatile protagonista del living e dell’home decor. All’interno della nostra abitazione non si limita più ad aspettarci la sera per seguire il programma televisivo preferito, ma accompagna e incornicia ogni momento della nostra giornata. Sul divano ci sediamo in cerca di relax, intrattenimento e convivialità. Sul divano conversiamo in coppia, giochiamo con i bambini, accogliamo i nostri ospiti. Sempre sul divano inviamo e-mail dal tablet, parliamo al telefono, seguiamo chat e serie Tv. E ancora sul divano consumiamo un pasto al volo o sorseggiamo un calice di vino. Onnipresente e multitasking, il divano conquista un ruolo chiave nel soggiorno e nella quotidianità. Si trasforma nell’elemento d’arredo centrale e insostituibile di un salotto riuscito, grazie alla capacità di unire estetica e comfort e di offrire un ventaglio pressoché infinito di ispirazioni, funzioni e soluzioni.

È proprio in quest’ottica che nasce e si inserisce la nuova collezione di divani made in Italy firmata da Bontempi Casa.

Ed è sempre in quest’ottica che diventa importante nell’impostazione e valorizzazione dell’arredo di casa partire dal suo protagonista: il divano. Dove e come collocare il divano è proprio la prima domanda da farsi. Nei paragrafi successivi la risposta, insieme ad accortezze e tendenze di stile per disporre il divano al meglio e ottenere un arredo di successo.

Come disporre il divano: 5 consigli di interior design

Scegliere il divano giusto non significa solo individuare il modello, le dimensioni e i materiali più vicini ai nostri gusti e adatti al nostro salotto. Significa anche e soprattutto disporre il divano nel modo più appropriato. E non è impresa facile. Sono molti i fattori che influenzano l’indovinata collocazione del divano in soggiorno. Luci, pareti, finestre, senza dimenticare dimensioni e struttura della zona living, sono solo alcuni degli elementi da tenere in considerazione.

Ecco cinque consigli di interior design per collocare il divano al meglio.

Come posizionare il divano: a parete o al centro del salotto?

Collocare il divano lungo la parete “libera”, ovvero quella priva di mobili e librerie, è senza dubbio la soluzione vincente. Si tratta di una scelta naturale e armoniosa. Non corre rischi e sposa ogni living. Più coraggiosa e personale è invece l’alternativa di inserire il divano al centro dell’ambiente. È adatta però solo a spazi di grandi dimensioni e senza criticità, come colonne portanti e pareti irregolari. In questo caso il divano diventerà protagonista assoluto del salotto e, con un design d’appeal, saprà valorizzarlo. Da scartare l’ipotesi del divano al centro del soggiorno in ambienti irregolari e di piccole dimensioni: l’effetto finale sarebbe soffocante e le dimensioni apparirebbero più contenute di quel che sono.

Come trovare la giusta distanza tra divano e Tv?

Per la migliore esperienza visiva, il suggerimento è di collocare il divano di fronte alla Tv. La distanza ottimale dipende dalle dimensioni dell’apparecchio televisivo. Più grande è il televisore, maggiore sarà la distanza. Se misura, per esempio, 32 pollici, la distanza del divano dovrà essere di almeno un metro. Se misura 50 pollici, sfiorerà i due metri. Per quanto riguarda l’altezza ideale a cui posizionare la Tv, potete trovarla sedendovi sul divano: il centro del televisore dovrebbe trovarsi allo stesso livello dei vostri occhi.

Come disporre il divano rispetto alle finestre?

Il suggerimento è di posizionare il divano sempre di fianco alle finestre, mai dietro o davanti, a meno che non se ne possa proprio fare a meno. Il motivo? La posizione del divano è direttamente correlata a quella del televisore che è bene non sottoporre alla luce diretta del sole per evitare fastidi alla vista e riflessi sullo schermo.

Come accostare due divani in salotto?

Sale, saloni e salotti ampi e ariosi si prestano a inserire due divani. Il doppio sofà crea una zona living appartata in cui l’eleganza incontra l’intimità. La scelta più indovinata vede i due divani l’uno di fronte all’altro, entrambi perpendicolari alla parete dove si trova la Tv. In alternativa, si può creare un angolo a “L” con due divani, magari con punti di appoggio, tavolini e coffee-table a cavallo della “L”. In ogni caso bisogna prestare attenzione alle distanze tra i due complementi d’arredo: devono sempre consentire un agile passaggio.

Come affiancare tavolo da pranzo e divano?

In open space e salotti con cucine a isola o angoli cottura è consigliato disporre il tavolo da pranzo lateralmente o dietro al divano, meglio se ad almeno un metro di distanza, e mai tra divano e Tv per evitare di creare un ostacolo visivo, impedendo a chi siede sul divano di godersi appieno lo spettacolo televisivo.

Divano lineare VS divano angolare: come disporli

Nell’ampia scelta di divani a disposizione sono due le linee di tendenza del momento: divani lineari e divani angolari, interpretati da Bontempi Casa rispettivamente con i modelli Dakota e Bonnie.

I divani lineari, più esili e slanciati, si inseriscono di norma lungo la parete libera del living e si circondano di complementi di arredo en pendant o in contrasto, per completarli e arricchirli. I divani angolari, più voluminosi e arredanti, si possono posizionare lungo la parete “libera” in ambienti di dimensioni contenute, al centro della sala in locali ampi, soft o in open space per creare una zona conviviale o per delimitare il soggiorno dalla sala da pranzo, la zona giorno dalla zona notte.

Dakota si presenta come un divano lineare dalla silhouette leggera e ricercata. Interpreta un sistema di arredo modulabile, permettendo di personalizzare il numero di sedute e di affiancarle a pouf e piani di appoggio abbinati. I materiali sono raffinati sia della struttura in legno massello, sia dei piedini in acciaio verniciato, sia delle imbottiture in piuma d’oca. Un pezzo d’eccezione da inserire in ambienti spaziosi, dal tocco elegante e dallo spirito moderno.

Divano Dakota Bontempi
Divano Dakota: Un vero e proprio sistema di arredo che combinando la modularità dei suoi elementi con gli accessori a lui dedicati risponde ad esigenze di design, comodità e funzionalità.

Bonnie si propone come un divano angolare, o a “L”, dalle forme morbide e arrotondate. Il look reinterpreta gli anni Settanta in chiave moderna e cura ogni dettaglio, dalle impunture nella seduta e ai due tubolari metallici frontali. Anche qui, la personalizzazione fa la differenza, complice un sistema modulare che lascia aperta la scelta a ogni combinazione di elementi. Un modello versatile e accogliente che, mentre invita ad abbandonarsi al relax, regala all’atmosfera un’allure poetica.

divano Bonnie
Divano angolare Bonnie: Un’eleganza dal design anni’70, in grado di impreziosire qualsiasi ambiente donando quell’indiscutibile valore aggiunto. Una perfetta armonia tra struttura e forma.

 

Nel mondo dell’arredamento molto spesso accade che la parola “moderno” ci faccia pensare ad un arredamento “freddo- impersonale. Ma non c’è niente di più lontano dalla verità: i soggiorni moderni possono essere molto caldi ed accoglienti, identificativi di un carattere estremamente espressivo.

Come arredare soggiorno moderno

Arredare un livingroom contemporaneo con uno stile fresco e up-to-date con le tendenze arredo del momento è molto semplice, se si seguono alcune regole fondamentali. Le forme geometriche degli arredi scelti devono anzitutto essere in armonia tra loro, bisogna mantenere un criterio di forme per tutti gli ambienti della casa.

I colori possono fare la differenza, e non solo nelle pareti, anche per l’arredamento. Infatti, la scelta del colore resta fondamentale. Se avete optato per uno stile industriale i colori che vanno per la maggiore sono il grigio, il nero o il marrone scuro. Stile contemporaneo? Allora via libera a mobili bianchi. La parola d’ordine è l’originalità? In questo caso non c’è limite e potete persino combinare i vari colori; librerie rosse e sedie bianche o viceversa.

Come arredare un soggiorno moderno caldo e accogliente

Come si può non apprezzare un soggiorno arredato con comode poltrone, una palette colori che evoca sensazioni positive e un punto focale preciso su cui veicolare l’attenzione? Un soggiorno moderno arredato con cura e attenzione può essere al contempo fresco e minimal, ma anche accogliente e “homey”. Il segreto sta nei dettagli: le cuciture dell’imbottitura delle sedie, la posizione dello specchio sulla parete più ampia, un tavolino da caffè al centro della stanza, sotto al quale disporre un tappeto fatto a mano.

soggiorno moderno

Tavolo Versus con struttura legno massello olmo e piano in cristallo velvet antigraffio antracite opaco – Sedia Margot con struttura in legno massello olmo, scocca imbottita e rivestita in tessuto Waterproof nabuk antracite – Madia Amsterdam in legno finitura olmo.

Come arredare un soggiorno moderno con camino

Il camino è sempre il punto focale principale di una stanza, perciò perché non creare un’intera parete ad hoc per esaltarlo? Una mensola in vetro abbellita da vasi di fiori, libri e riviste, o ancora una libreria di design, una lampada da terra.

Nota: in un salotto moderno – specialmente se è presente un grande camino – la parete principale non deve mai avere colori neon e troppo forti, piuttosto acquisisce charme con qualche quadro o poster, dei pannelli metallici o con texture singolari o ancora oggetti da collezione, come mappamondi, candelabri e vasi in ceramica, che riempiano lo spazio visuale.

Come arredare un soggiorno
Tavolo Artistico con struttura in acciaio laccato sabbia e piano in legno massello scortecciato noce –  sedia Tai con struttura in acciaio laccato sabbia imbottita e rivestita in pelle Premium sabbia.

Come arredare un soggiorno moderno colorato

Per dare un twist allegro a un salotto troppo neutro, bastano pochi complementi d’arredo colorati, come un pouf arancione o giallo, un coffee table XXX. Chiunque pensi che dire salotto moderno significhi solo bianco e nero, noia e mancanza di personalità… Si dovrà ricredere!

soggiorni moderni

Pouf Puffoso, struttura in acciaio laccato nero profondo lucido e rivestimento in velluto giallo senape

Come arredare soggiorno moderno piccolo

Ogni soggiorno necessita di qualcosa di speciale, specialmente se l’ambiente è piccolo. Il complemento d’arredo ideale per un salotto di piccole dimensioni è un tavolo allungabile rotondo. Sì, perché la forma circolare ammorbidisce lo spazio, anziché renderlo più spigoloso con forme rettangolari o quadrate, e la struttura allungabile permette di adattare un’occasione come una cena tra amici anche allo spazio più ristretto. Meglio accostare sedie poco ingombranti, meglio se impilabili, dalle linee di design pulite e libere da fronzoli, e se non c’è spazio per una vera e propria libreria, si possono sfruttare quei piccoli tavolini o pouf che diventano contenitori e porta riviste. La casa piccola che diventa multitasking, con tutti i suoi complementi passepartout.

 

Tavolo Giro Rotondo allungabile, con meccanismo di apertura telescopico sincronizzato, struttura in acciaio laccato antracite, piano in cristallo velvet antigraffio grigio opaco – Sedia Dalila in cuoio bianco.

Come arredare un soggiorno moderno grande

Quando si parla di “armonia” nell’arredamento s’intende una comunicazione fra i vari complementi d’arredo che, per similitudine d’immagine, sembrano “parlarsi” e “capirsi”. Un soggiorno grande va arredato con lo scopo di esaltare gli spazi, veicolando però l’attenzione su un punto focale preciso, per non rischiare che lo sguardo si “perda”. Se nella stanza sono presenti ampie finestre, è possibile sfruttare lo spazio circostante disponendo un ampio divano ad L proprio davanti, oppure un tavolo con una struttura caratteristica, o una poltrona grande confortevole, o ancora un tavolino da caffè colorato. Gli americani lo chiamano “statement piece” – il pezzo più importante che fa da punto focale dell’intera stanza. Il punto focale di una stanza corrisponde a quel punto preciso nello spazio in cui un angolo delle pareti incontra un oggetto consistente che cattura l’attenzione di chi guarda. Quest’operazione è molto più semplice da attuare negli spazi grandi.

Poltrona Clarissa, sfoderabile con struttura in acciaio cromato, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in pelle Premium bianca.