Tag

libri

Browsing

Amare il design non significa solo arredare casa con gusto e stile, bensì anche circondarsi di cultura, avere proprietà di linguaggio, viaggiare, leggere, scrivere. Nella living room di un design addict non manca, certamente, una libreria di design colma di libri di ogni genere e provenienza. Arte, moda e costume, cultura, creatività, architettura, design, storia, fotografia. Questo è il background di chi ama circondarsi di bellezza, ma anche di conoscenza.

Il saggio sul design

“Le caffettiere dei miei bisnonni”, di Chiara Alessi., Edizioni Utet

Che cosa fa di un oggetto un’icona immortale del design? Che differenza c’è tra icona e archetipo? E tra icona e tormentone? Si può prevedere che un oggetto diventerà un’icona? E come può un prodotto perdere il suo valore iconico? La risposta a tutte queste domande (lecite) c’è, e s’intitola “Le caffettiere dei miei bisnonni”, un saggio di Chiara Alessi, giornalista e autrice, che racconta gli aneddoti più curiosi di alcuni rinomati marchi che hanno saputo realizzare oggetti immortali. Casa Editrice: Utet. Il formato è piccolo, pratico e tascabile, da portare anche in viaggio (per sentirsi a casa sempre).

Il manuale sulla moda

 

“Fashion: The Definitive History of Costume and Style” by
Susan Brown; DK Publishing, Inc.; Smithsonian Institution. Edizioni DK

La moda non è forse una delle più sopraffini forme d’arte che esistano? “Fashion: The Definitive History of Costume and Style” è il manuale di storia del costume che ripercorre linee, colori, icone e tendenze di circa 3000 anni indietro nel tempo. Dalle tuniche in lino ad H dell’Antico Egitto, alla crinoline della Francia di Maria Antonietta, passando per gli anni d’oro di Hollywood (Clara Bow vi dice niente?), fino alle rivoluzioni folli di Vivienne Westwood e Alexander McQueen. L’abbandono del corsetto a fine ‘800, l’invenzione della minigonna, l’evoluzione dei materiali e tessuti, i trend palette colori… Tutto, ma proprio tutto quello che c’è da sapere sulla storia del costume e della moda – questo libro è una vera celebrazione al tema che, dopo secoli e secoli, non smette di influenzare ed ispirare migliaia di artisti nel mondo.

Libreria Lexington con ripiani in cuoio granata e Supermarmo bianco statuario, Bontempi Casa.

Il romanzo cult

“Una ragazza da Tiffany” di Susan Vreeland, Edizioni Neri Pozza

Fra i tanti – tantissimi – romanzi ispirati a fatti reali che raccontano di personaggi e marchi iconici – c’è “Una ragazza da Tiffany”, di Susan Vreeland. Pubblicato nel 2010 da Editore Neri Pozza, narra la vera storia di Louis Comfort Tiffany, pittore di quadri orientalisti, e della Tiffany Glass & Decorating Company, azienda artefice delle lampade in vetro colorato in pieno stile Art Noveau famosi e amati in tutto il mondo. Manhattan, 1892: questo libro racconta le vicende di una giovane donna nella città americana, Clara Wolcott Driscoll, pronta a tuffarsi nella grande avventura artistica del Novecento (e a diventare parte integrante della sua Storia).

Il libro fotografico

Africa Rising” di Robert Klanten, Sven Ehmann, Vanessa Obrecht e Design Indaba; Edizioni Gestalten

L’Africa come ispirazione. L’Africa come laboratorio sperimentale. Si può riassumere così il mix di storie contenute in “Africa Rising”, il libro illustrato pubblicato da edizioni Gestalten che mette in mostra il lavoro di giovani talenti africani al fianco degli artisti più affermati del continente. Quella africana è una scena creativa fertile, in ascesa, fortemente diversificata tra le regioni del nord, del centro e del sud, e lo dimostra il volume fotografico curato da Robert Klanten, Sven Ehmann, Vanessa Obrecht e Design Indaba, osservatorio sulle discipline artistiche africane con sede a Cape Town in Sud Africa. Una nuova ondata di creativi africani si sta facendo un nome nel design, nella moda, nella fotografia, nell’arte e nell’architettura – con la loro tipica estetica fatta di colori vibranti, disegni e artigianato tradizionale. Un libro fotografico strabiliante, da sfogliare con occhi e cuore aperti, quando si è in cerca di ispirazione, evasione, emozione.

Il libro creativo

La tendenza sta prendendo sempre più piede. Prendere pastelli e pennarelli, e mettersi a colorare rilassa, distende corpo e mente, libera immaginazione e creatività. Così impazzano i libri da color-terapia, con disegni grafici di ogni genere: da quelli che rappresentano l’universo, a quelli di origine buddista o induista. Ecco, per i patiti dell’architettura, più o meno nevrotici e con assoluto bisogno di relax, è fresco di stampa “The Brutalist Colouring Book – Add color to concrete (Il libro Brutalista da colorare – aggiungete colore al cemento)”. 36 pagine di carta riciclata con i disegni degli edifici più iconici di sempre, tutti accomunati dall’estetica basata sull’uso del cemento grezzo. Trasformarli con il colore sarà un esercizio di stile, rilassamento e creatività. Progettato e prodotto da Marc Thomasset di TM, alla prima edizione conta 500 copie numerate. Un must.

“The Brutalist Colouring Book – Add color to concrete (Il libro Brutalista da colorare – aggiungete colore al cemento)”, progettato e prodotto da da Marc Thomasset di TM
Libreria Lexington con ripiani in legno di rovere impiallacciato, Bontempi Casa

Il libro green

“Evergreen. Living with Plants” di Sven Ehmann, Robert Klanten e Victoria Pease); Edizioni Gestalten

Oasi verdi nascoste tra i cortili delle case, tetti che si trasformano in piccoli (e grandi) orti urbani. Atelier dei più famosi green designer del mondo. Tutto questo è Evergreen. Living with Plants”, un volume a cura di Sven Ehmann, Robert Klanten e Victoria Pease, pubblicato da Gestalten. Sfogliando le pagine di questo libro – che di certo si aggiudica un posto d’onore nella libreria di una donna amante del design – si trovano spunti per decorare l’ambiente casa con piante e fiori, seguendo i consigli di alcuni rinomati professionisti del verde. Non semplici fioristi, ma vere menti creative del green design, capaci di realizzare composizioni uniche.

Il classico intramontabile

“Da Cosa Nasce Cosa” di Bruno Munari, Editori Laterza

Munari. E non servono altre parole. Tra i libri del grande Bruno Munari, designer, autore, artista, “Da Cosa Nasce Cosa” è quello che meglio lo rappresenta in quanto genio e visionario del mondo design. Scritto con una leggerezza che incanta e una consapevolezza che arricchisce, questo manuale di Editori Laterza – pubblicato per la prima volta agli inizi degli anni 80 – è un classico must have degli amanti dell’arte a 360 gradi. Da leggere, sfogliare e studiare quando si ha un progetto in mente. Attenzione: utile a tutti, ma proprio tutti – non solo designer in erba.