Tag

librerie moderne

Browsing

Scegliere tra le librerie da salotto quella più adatta alla propria casa non significa semplicemente trovare un posto per i propri libri, perché questi complementi d’arredo hanno un grande impatto sullo stile della zona giorno oltre che sul modo di vivere gli spazi. Le librerie moderne componibili con ripiani e vani contenitori si prestano infatti a diverse soluzioni funzionali che coniugano praticità ed estetica.

La parete diventa protagonista con le librerie da salotto

Ampie pareti attrezzate con librerie da salotto non possono che essere protagoniste dell’ambiente, creando un punto focale che cattura l’attenzione. In questo caso, non pensiate di dover riempire tutti gli scaffali di libri, anzi: avrà un effetto esteticamente molto gradevole alternare libri e altri oggetti di design, lampade da tavolo e cornici portafoto, trovando il giusto equilibrio tra pieno e vuoto per dare ritmo alla parete.

Librerie da salotto Bontempi Casa
Libreria Charlotte con fissaggio a parete con struttura e contenitori in acciaio laccato, ripiani in legno impiallacciato. Tavolino Planet con struttura in acciaio laccato e piano in SuperMarmo.

La nuova libreria Charlotte di Bontempi Casa è un pezzo di design pensato per diventare la cornice perfetta per dare risalto ai propri oggetti preferiti. La struttura è in acciaio laccato con dettagli decorativi che possono essere scelti nello stesso colore o a contrasto, così come gli elementi contenitori, che possono essere posizionati a piacere secondo le proprie esigenze. Completano il tutto i ripiani, da scegliere in legno per aggiungere un tocco di calore alla composizione, oppure in cristallo per un risultato estremamente moderno. L’idea in più per creare una parete scenografica con la libreria? Dipingere il muro in un colore diverso rispetto al resto del salotto, in accordo con le finiture del mobile.

Dividere gli spazi con le librerie per salotto

Quando la zona giorno è composta da un ampio open space con diverse funzionalità, le librerie da salotto possono funzionare come pareti divisorie per delimitare gli spazi pur senza creare un forte senso di “chiusura”. Si possono utilizzare infatti per separare il salotto dall’ingresso, oppure la cucina dalla zona conversazione e così via.

Librerie per salotto
Libreria Charlotte con fissaggio a soffitto con struttura e contenitori in acciaio laccato, ripiani alternati in acciaio laccato e cristallo.

La soluzione ideale da utilizzare come parete per delimitare gli spazi nella zona giorno è la libreria Charlotte nella versione con fissaggio a soffitto. La sua struttura leggera e ariosa lascia circolare la luce attraverso gli spazi, e anche in questo caso è molto importante la disposizione di oggetti e contenitori per trovare il giusto equilibrio visivo.

Creare librerie da salotto con le mensole

Anche le mensole possono arredare la zona giorno, soprattutto se accostate in modo da diventare una mini libreria. È una soluzione molto versatile, che si adatta anche ai piccoli spazi di passaggio oppure alle zone d’angolo, e in più consente di essere molto creativi.

Librerie moderne design
Mensola Zen con schiena in SuperMarmo, fianco e ripiano in Cristallo.

Oltre alle librerie complete, nel catalogo di Bontempi Casa si trovano diverse proposte di mensole con cui creare librerie per il salotto. Un esempio è Zen, che può essere posizionata in orizzontale ma anche in verticale ed è disponibile in diverse misure per adattarsi perfettamente a ogni spazio. In SuperMarmo e cristallo, aggiunge un tocco di moderna eleganza e riflette l’attenzione per i dettagli di chi la sceglie.

In condizioni normali, l’Italia è tra gli ultimi in Europa per diffusione dello smart working, cioè il lavoro “agile” svolto a distanza. Per capacità di fare di necessità virtù, invece, il nostro Paese ha ben pochi rivali, ed ecco che le misure messe in atto per contrastare la diffusione del Coronavirus stanno trasformando tantissimi italiani in smart worker. Questa modalità di lavoro può essere vantaggiosa sia per le aziende che per i lavoratori, e c’è chi ritiene che continuerà ad essere applicata in varie forme e modalità anche una volta superata l’emergenza sanitaria. Imparare ad adattarci al meglio a questa situazione mentre dobbiamo restare a casa, quindi, potrebbe rivelarsi una carta vincente anche per il futuro.

Quando si lavora da casa anziché recarsi in ufficio, si crea una nuova routine in cui cambiano i tempi e gli spazi, oltre al modo di relazionarsi con i colleghi. È consigliabile stabilire degli orari e dare alle giornate uno schema simile a quello a cui si è abituati. Si risparmia il tempo solitamente trascorso nel traffico o in treno per raggiungere l’ufficio, per cui ora è possibile dedicarlo al ménage famigliare oppure a una sessione di yoga o fitness, ma poi è importante darsi un orario per iniziare (e per concludere) l’attività lavorativa. Stabilite anche il tempo da dedicare alla “pausa pranzo” e programmate delle brevi pause approssimativamente ogni due ore: vi aiuterà a trovare l’equilibrio tra lavoro e vita domestica.

Un’altra cosa importante prima di iniziare: non restate tutto il giorno in pigiama! Indossate qualcosa di comodo, che vi faccia sentire a vostro agio ma anche professionali. Può sembrare un dettaglio di poco conto, ma è invece uno dei modi più semplici per favorire concentrazione e produttività. Anche perché, stando in pigiama, è maggiore il rischio che scatti il pisolino post-pranzo…

Smart working
Scrittoio Zac con struttura in acciaio laccato, piano e cassetti in legno. Sedia Mila con struttura in acciaio, seduta e schienale imbottiti e rivestiti. Lampada da terra Strega con struttura laccata e paralume in tessuto.

Per quanto riguarda la gestione degli spazi, è importante allestire una postazione di lavoro ben organizzata. Se disponete di uno scrittoio o di un tavolo consolle siete già a buon punto, ma anche un tavolo spazioso andrà benissimo. Sgomberate il campo dagli oggetti che non vi servono (e che potrebbero rappresentare una distrazione) e trovate posto per tutto ciò che occorre per svolgere le vostre attività: il computer, l’agenda, i documenti da consultare, un bloc-notes o dei fogli per prendere appunti. Se avete una bella foto scattata con i vostri colleghi durante una festa aziendale o un momento divertente vissuto insieme, potrebbe essere carino stamparla e tenerla in vista per continuare a sentirvi uniti come team seppur distanti.

Sedia Nata e scrittoio Zac
Sedia Nata imbottita e rivestita con bordino a contrasto e gambe in acciaio a vista. Scrittoio Zac con struttura in acciaio laccato, piano e cassetti in legno.

Capitolo sedia: dovrete passarci molte ore delle vostre giornate, per cui è importante scegliere sedie eleganti ma anche confortevoli. I modelli con un’imbottitura morbida ma in grado di sostenere la schiena sono senza dubbio l’opzione ideale; potreste puntare su poltroncine da camera se avete creato la vostra postazione intorno allo scrittoio nella zona notte, oppure su poltroncine di design colorate se vi trovate in soggiorno.

Scaffali e librerie sono lo sfondo ideale per le videocall
Mensole Osaka in cristallo curvato.

Considerate poi che le videochiamate saranno una parte importante delle vostre comunicazioni con colleghi, clienti e fornitori. Oltre a curare il vostro aspetto, per dare un’immagine più professionale fate attenzione anche a ciò che appare alle vostre spalle nell’inquadratura. Una libreria o degli scaffali ben organizzati, con libri e oggetti disposti in maniera ordinata, oppure una parete con dei bei quadri, sono ottimi biglietti da visita.

Ricordate che questo periodo di smart working forzato passerà, ma imparare a lavorare bene anche da casa potrebbe tornarvi utile in futuro!