Tag

arredamento contract

Browsing

Come scegliere l’arredo contract ideale per la propria attività? È importante ricordare che questo rappresenta un vero e proprio biglietto da visita per bar, ristoranti e strutture ricettive – oltre ad essere un elemento determinante nel creare l’atmosfera giusta per il locale. Per attirare e conquistare i clienti lasciando loro una buona impressione, la selezione di tavoli, sedie e altri complementi gioca quindi un ruolo di primo piano. Le coordinate da seguire sono essenzialmente due: per iniziare, occorre mettere a fuoco lo stile di arredo che si intende seguire; in secondo luogo, è bene prestare attenzione alla qualità dei materiali e alla cura del dettaglio con cui sono realizzati gli arredi contract affinché il risultato finale trasmetta eleganza e buon gusto.

Lo stile dell’arredo contract è strettamente connesso al tipo di attività e al mood che si vuole trasmettere ai clienti: informale o più ricercato, tradizionale o cosmopolita, alla moda… Una volta definito questo primo aspetto, è importante trasformare l’ispirazione iniziale in un progetto coerente e ben definito. Vediamo qualche esempio concreto.

idee arredamento ristorante
Sedia Mood con e senza braccioli, struttura in acciaio laccato e scocca in polipropilene imbottita e rivestita frontalmente in velluto. Tavolini Alis con base in acciaio laccato e piano in stratificato.

Per arredare bar e ristoranti, la scelta sarà dettata dallo stile del locale ma anche dalla struttura della sala. È importante considerare lo spazio che si ha a disposizione per posizionare tavoli e sedie in maniera armonica e razionale, facendo attenzione a lasciare libertà di movimento anche quando il locale è pieno. E se in un bar può essere interessante creare delle zone differenziate, in un ristorante è meglio puntare sull’omogeneità utilizzando un unico tipo di seduta e disponendo tavoli contract di dimensioni diverse per coppie, famiglie e gruppi più numerosi. In entrambi i casi, poiché rappresentano uno degli elementi che più caratterizza l’esperienza dei clienti, è bene fare particolare attenzione al comfort nella scelta delle sedute – meglio se imbottite e dotate di schienali accoglienti.

Declinare in modo omogeneo lo stile prescelto è ancor più importante quando si tratta di arredare un hotel: dalla hall fino ai corridoi che conducono alle stanze passando per la caffetteria, il ristorante e gli altri spazi comuni, ogni ambiente dovrebbe trasmettere lo stesso mood in maniera armonica.

Sedie contract in polipropilene
Sedie Gipsy con o senza braccioli, struttura integrale in polipropilene e fibra di vetro riciclabile. Tavolo rotondo fisso Barone con struttura in acciaio laccato e piano in cristallo lucido.

Quanto alla qualità dei materiali per l’arredo contract, si tratta di un investimento che paga nel tempo: scegliere mobili realizzati con materiali durevoli e di facile manutenzione, che non temono gli urti o il contatto con cibo e detergenti, permetterà di evitare un ricambio di tavoli e sedie contract troppo frequente. Inoltre, materiali di qualità si riconoscono anche al tatto e non potranno che lasciare una buona impressione ai clienti che siederanno ai vostri tavoli o soggiorneranno nelle vostre stanze. Per gli interni, un buon esempio sono sedute con la struttura in solido legno massello o in acciaio laccato e la scocca imbottita e rivestita in tessuti pregiati. Per gli spazi outdoor, invece, meglio puntare su materiali plastici come il polipropilene, oppure l’acciaio laccato trattato per outdoor, così da avere arredi resistenti a sole e pioggia oltre che facili da spostare e riporre all’interno quando serve. Questo agevolerà anche il lavoro dello staff, permettendo un servizio migliore.

L’estate porta con sé la voglia di passeggiare all’aperto, di fare aperitivi con gli amici e cene in compagnia sotto le stelle. Chi ha un locale con spazi esterni lo sa bene: il dehor estivo è il biglietto da visita che permette di presentare il proprio bar, pub o ristorante ai passanti, invogliandoli a fermarsi. Come allestirlo al meglio per incuriosire nuovi clienti e conquistare quelli abituali? Ci sono alcuni accorgimenti pratici da cui partire, come la pavimentazione e l’ombreggiatura, per poi passare a definirne lo stile per realizzare uno spazio che sia funzionale e rappresenti un autentico valore aggiunto per l’attività.

Essendo per natura uno spazio all’aperto, l’allestimento di un dehor estivo richiede di tenere in considerazione l’integrazione con l’ambiente circostante. In contesti urbani, è bene delimitare gli spazi con recinzioni discrete per valorizzare la continuità con la città, mentre se è presente una vista panoramica, questa può diventare una carta vincente grazie a vetrate panoramiche da cui godersi lo spettacolo. Per ripararsi dal sole – ma anche da qualche scroscio di pioggia tipico della stagione estiva – le scelte più in voga al momento sono gli ombrelloni con braccio laterali e le pergole da bar.

Lo spazio outdoor è l’ampliamento di quello interno, e questo significa che l’arredo del dehor dovrà essere scelto in armonia e continuità con quello che si trova nelle sale interne. Continuità di stile e atmosfera, pur adattandosi alle esigenze funzionali di uno spazio all’aperto, saranno quindi le coordinate da seguire. Tra le proposte contract del catalogo di Bontempi Casa, ci sono diverse sedute disponibili nella doppia versione per interni e per outdoor. Un esempio è la sedia Ines in acciaio laccato, a cui è possibile aggiungere un cuscino imbottito e rivestito in tessuto outdoor disponibile in diversi colori. Le sue linee essenziali esprimono un’eleganza moderna e mai fuori luogo, mentre le forme avvolgenti di schienale e braccioli invitano a rilassarsi nella convivialità. Il cuscino poi, è il tocco di comfort da cui lasciarsi conquistare.

arredamento dehor bar
Sedie Aria con struttura in policarbonato per outdoor. Tavoli Diesis con struttura in acciaio per outdoor e piano in cristallo.

Il principio della funzionalità sarà quello da cui farsi ispirare nella scelta di forme e materiali per tavoli e sedute con cui comporre l’arredamento del dehor esterno. Oltre all’acciaio laccato, i materiali più adatti sono quelli plastici come il polipropilene, antigraffio e antimacchia, che coniuga solidità e leggerezza. Il risultato sono sedie dal design moderno e versatile come Aria, resistenti a sole e pioggia oltre che facili da spostare e riporre all’interno quando serve. È disponibile in due versioni: trasparente per un’eleganza disinvolta, ma anche per abbinarla con nonchalance a tovagliati insoliti o a vasi di fiori colorati, oppure bianca per un tocco creativo.

tavoli alti con sgabelli
Tavolo fisso da esterno Moon con struttura in acciaio laccato e piano in SuperCeramica. Sedia Net outdoor impilabile.

Dalle sedute ai tavolini, tra le nuove proposte del catalogo Bontempi Casa ce n’è una perfetta per l’arredamento dehor di bar e ristoranti. Il tavolo Moon, quadrato oppure rettangolare, ha un design moderno ed essenziale che si sposa perfettamente con le atmosfere di questi allestimenti. La struttura in acciaio laccato può essere declinata in vari colori, mentre il piano può essere scelto in una gamma di materiali che comprende il melaminico materico, il cristallo lucido oppure opaco antigraffio, la SuperCeramica e il SuperMarmo. L’abbinamento ideale? Quello con sedute che condividano un design lineare, agile e moderno.

Un hotel è sempre un luogo speciale, e non si può improvvisare quando si tratta di arredarlo. Come in molte altre situazioni, la prima impressione è fondamentale. Attraversando l’ingresso, gli ospiti iniziano a farsi un’idea su cosa aspettarsi dal loro soggiorno. E dunque, come arredare la hall di un hotel? Vero e proprio biglietto da visita della struttura, dovrebbe rispecchiarne lo stile e la personalità, oltre ad essere un ambiente accogliente e luminoso dove sostare e intrattenersi.

La hall di un hotel comprende la reception, il deposito bagagli, la sala d’attesa e la toilette. Questi elementi dovrebbero essere disposti in modo da poter utilizzare gli spazi in maniera funzionale e intelligente, senza intralci. Il bancone, ad esempio, dovrebbe essere visibile e facile da raggiungere appena varcata la soglia dell’hotel, mentre poltroncine e divani andrebbero utilizzati per creare zone più riservate e raccolte. Ampie vetrate e punti luce sono gli altri elementi che non possono mancare per caratterizzare l’ambiente della hall in modo naturale. Quando si rende necessaria la luce artificiale, invece, è importante che risulti calda e morbida.

Arredamento contract per hotel
Tavolino Millennium con struttura in acciaio laccato e piano in cristallo antigraffio opaco.

Gli ospiti sostano nella hall dell’hotel mentre sono in attesa di poter accedere alle proprie stanze e depositare i bagagli, o al contrario negli ultimi momenti prima di partire, ma non solo. È possibile sfruttare lo stile della struttura per rendere queste soste più piacevoli e mai noiose: se l’hotel si ispira all’arte moderna, ad esempio, arricchire l’ambiente con piccole sculture e riproduzioni di quadri alle pareti, corredati da informazioni interessanti, non potrà che attirare l’attenzione e lasciare un piacevole ricordo nei vostri ospiti. Si trova in una località immersa nella natura? Disponete vasi con fiori e piante, scegliendo rigorosamente specie locali. Sempre puntando su ciò che potrebbe essere di loro interesse, non possono mancare libri e riviste da lasciare sui tavolini per intrattenersi piacevolmente: coffee table book originali, magazine di viaggio o di cucina sono solo alcuni esempi da cui prendere spunto.

Tavolino da hotel Planet
Tavolino Planet con struttura dettagli decorativi in Acciaio laccato, piano inferiore e superiore orientabili in Cristallo antigraffio opaco.

Soste piacevoli, poi, non possono certo fare a meno di sedute confortevoli che accolgano gli ospiti per il tempo che desiderano trascorrervi. Poltroncine, divanetti e pouf andranno scelti quindi con un occhio di riguardo per il confort, oltre che per lo stile e il design. Ampie sedute, cuscinature generose e braccioli sono gli elementi da considerare, ma anche colori tenui per rilassare lo sguardo possono fare la loro parte nell’arredamento della hall. Come disporre questi complementi d’arredo? Creando delle zone conversazione adatte ai vostri ospiti, che siano colleghi in viaggio di lavoro, famiglie in vacanza o coppie in luna di miele, con gruppi di sedute e tavolini d’appoggio pensati per ogni esigenza.

Sedute per hall hotel
Poltrona Clara con struttura in acciaio, imbottita e rivestita in pelle ecologica con retro dello schienale trapuntato. Tavolino Lift con struttura e dettagli decorativi in Acciaio laccato, piano in cristallo lucido.

È passato qualche anno, ma Gaia lo ricorda come fosse ieri, il primo appuntamento con Andrea: una serata tutta per loro, una cena fuori per conoscersi meglio e poi, chissà… Appena varcata la soglia del ristorante, si erano sentiti perfettamente a loro agio. Il tavolo riservato per loro dal maître, tranquillo e con una magnifica vista sul mare, aveva contribuito a rendere ancor più speciale l’atmosfera. Su quelle sedie avvolgenti, il tempo era volato e le affinità tra loro erano emerse spontaneamente – un po’ come l’eleganza rilassata e autentica del locale. Da quella sera non si sono più lasciati, e non hanno più lasciato nemmeno il loro posto speciale. Lo scorso San Valentino lo hanno dovuto festeggiare a casa, provando a replicare la mise en place raffinata del ristorante, ma adesso non vedono l’ora di tornare a trascorrere una serata romantica tra il tintinnio dei calici e il tramonto sul mare. Ogni cosa è come la ricordano, o forse ancor più bella?

Arredamento contract bar
Sedie Mood con gambe a sezione tonda in acciaio laccato e monoscocca in Polipropilene. Tavolini Club con base in Acciaio laccato.

Il venerdì sera dopo il lavoro ci si trova davanti a buon bicchiere di vino. Gianluca e i suoi amici erano abituati a inaugurare così il weekend. Una piacevole abitudine nata un po’ per caso, quando quella nuova enoteca con cucina aveva aperto nelle vicinanze dei loro uffici. Settimana dopo settimana, erano stati conquistati da quell’ambiente moderno dove potevano sentirsi come a casa. Tra chiusure e periodi di smart working, però, la loro allegra consuetudine stava lasciando il posto ad altro. Ma bastano un paio di telefonate, qualche messaggio per definire gli ultimi dettagli, ed eccoli di nuovo insieme, pronti a trascorrere la serata in allegria. Si siedono attorno ai nuovi tavolini rotondi, sfogliano la carta dei vini, e il fine settimana può finalmente iniziare.

idee arredamento ristorante
Sedia Mood con e senza braccioli, struttura in acciaio laccato e scocca in polipropilene imbottita e rivestita frontalmente in velluto. Tavolini Alis con base in acciaio laccato e piano in stratificato.

Daniele e Caterina hanno avuto la stessa idea: domenica sarà il compleanno di mamma, e non ci sono dubbi su come festeggiarlo. Lui ha avvisato le persone più care, mentre la sorella ha pensato alla prenotazione del “loro” tavolo al ristorante che – da quando erano bambini – li ha visti celebrare anniversari, piccoli e grandi traguardi, ma anche momenti di ordinaria felicità in famiglia. E d’altra parte, anche loro hanno visto l’ambiente cambiare e rinnovarsi nel corso degli anni: un colore diverso alle pareti, sedute di design, nuove pietanze sul menu, pur restando sempre fedele alla sua identità. Nei periodi di chiusura hanno continuato a gustare i loro piatti preferiti grazie all’organizzazione del servizio d’asporto, ma non vedono l’ora di tornare ad essere tutti insieme intorno a quel tavolo.

Un arredamento contract ben curato ha un ruolo importante in ogni tipo di attività, compresi uffici e studi professionali. In particolare, sedute belle da vedere e confortevoli da utilizzare possono fare la differenza per chi vive quegli ambienti giorno dopo giorno. Dalla postazione di lavoro individuale alla sala riunioni, come scegliere le sedie contract più adatte? Oltre allo stile di arredo che si vuole seguire, l’aspetto da cui partire è quello che riguarda la funzionalità e il tipo di utilizzo che ne verrà fatto. Quanto tempo si trascorre seduti? Ci si muove o ci si alza spesso, magari per recuperare pratiche o documenti in archivio? Qual è lo spazio a disposizione? Dopo aver risposto a queste domande, sarà più facile orientarsi nella scelta tra sedie contract imbottite o meno, con struttura in legno o in metallo, munite di rotelle e braccioli oppure no, e così via.

Sedie contract imbottite

L’imbottitura è un aspetto fondamentale per le sedie contract da ufficio: serve a rendere la seduta confortevole anche dopo diverse ore e ad offrire il giusto supporto al corpo di chi si siede.

La sedia Seventy coniuga la praticità a un design armonioso con linee essenziali e arrotondate. La seduta è costituita da un’avvolgente monoscocca imbottita per maggiore comfort, disponibile con rivestimento in cuoio o pelle ecologica e in un’ampia gamma di colori, che comprende diverse tonalità neutre come sabbia, nocciola e grigio chiaro o antracite, ideali per gli ambienti professionali. La snella struttura centrale in acciaio cromato, poi, la rende facile da spostare intorno al tavolo per adattarsi alle diverse esigenze all’ordine del giorno.

sedia Hisa in waterproof nabuk
Sedia Hisa con struttura in acciaio laccato, monoscocca imbottita e rivestita in waterproof nabuk. Tavolino Tower con struttura in acciaio laccato e piano in marmo naturale.

Più particolari e quasi futuristiche sono le linee della sedia Hisa, la cui robusta struttura in acciaio laccato è abbinata a una seduta imbottita che può essere rivestita in materiali morbidi e piacevoli al tatto come, in questo caso, il waterproof nabuk. Nabuk per l’ufficio? Sì, nella versione resistente all’acqua e alle macchie proposta da Bontempi Casa: in caso di macchie d’inchiostro, basterà infatti tamponare delicatamente con un panno inumidito con alcool, girandolo in modo che solo la parte pulita venga a contatto con la macchia, e la sedia tornerà come nuova.

Sedie contract in legno

Un’alternativa alle classiche sedie da ufficio con struttura in metallo è rappresentata dalle sedie contract in legno, adatte specialmente a uffici e studi professionali che si trovano in edifici storici per cui si desidera mantenere uno stile d’arredo classico più in linea con il contesto.

Sedie contract legno Kuga
Sedie Kuga con struttura in legno di rovere e monoscocca imbottita e rivestita in pelle ecologica. Tavolo allungabile Ramos con struttura in acciaio e piano in cristallo.

Kuga è un modello particolarmente versatile tra le sedute del catalogo di Bontempi Casa. È disponibile infatti in diverse varianti, inclusa quella con una solida e generosa struttura in legno massello di noce o di rovere. Anche in questo caso, poi, la seduta è imbottita per risultare più confortevole, mentre la lavorazione effetto trapunta la rende sofisticata e adatta anche agli ambienti più formali. Si abbina perfettamente a scrivanie dalle dimensioni importanti, magari per arredare una sala riunioni.

Quando si arredano uffici e studi professionali, scegliere sedie contract di qualità, belle e funzionali, è un investimento che ripaga nel tempo, contribuendo a rendere l’ambiente lavorativo più piacevole e confortevole per tutti.

Come arredare un ristorante? Ormai non ci sono più dubbi, buon cibo e buon design sono un connubio vincente. L’arredamento del ristorante gioca un ruolo davvero importante nel definire l’esperienza dei clienti, e dovrebbe essere in armonia con tutti gli altri elementi – dal menu alla mise en place – per raccontare una storia che ne conquisti il cuore oltre che il palato. Personalità dunque, ma anche comfort e funzionalità per garantire un’esperienza piacevole, sono gli elementi da tenere a mente per allestire un ristorante di successo.

Di certo questi sono tempi complicati per la ristorazione, tra chiusure e nuove norme da seguire. Addetti ai lavori e appassionati di cucina, tutti devono fare i conti con le limitazioni imposte dalla pandemia. Nonostante le grandi difficoltà, pensare al futuro con ottimismo è la chiave per farsi trovare pronti al momento in cui si potrà finalmente riaprire come prima. Lo stop forzato per qualcuno potrebbe essere il momento in cui fermarsi a osservare con più attenzione la propria attività, i traguardi raggiunti ma anche i punti che potrebbero essere migliorati o rinnovati, a partire proprio dall’arredamento del ristorante. Ecco allora qualche consiglio, con un occhio alle tendenze più interessanti.

come arredare un ristorante
Sedia Mood con braccioli, struttura in acciaio laccato e scocca in polipropilene imbottita e rivestita frontalmente in Pure Virgin Wool. Tavolini Vincent con base in acciaio laccato e piano in stratificato.

La cucina a vista, per cominciare, è una tendenza più viva che mai. Alcuni la definiscono una vera e propria filosofia, che vede i clienti desiderosi di essere coinvolti e partecipi nella preparazione dei piatti che si apprestano a gustare. In questo particolare frangente, sottolinea anche quanto il piacere di andare al ristorante non si esaurisca nel gusto delle pietanze ma comprenda un’esperienza più ampia, in cui l’ambiente circostante è più importante che mai.

Dopo anni di minimalismo, poi, la voglia di colore è tornata a farsi sentire tra le tendenze per l’arredamento dei ristoranti. Scegliere nuance particolari e giocare con abbinamenti originali potrà quindi rivelarsi una carta vincente per dare una maggior connotazione all’identità del ristorante, purché si definisca una palette cromatica armonica. In questo modo avremo un ambiente piacevole e accattivante, che in più invoglierà i clienti a scattare foto da condividere con gli amici sui propri canali social: un aspetto da non sottovalutare per l’arredamento di un ristorante moderno. Un modo semplice ma non certo scontato per rinnovare i locali con una nota di colore è rappresentato dalle sedie: il catalogo Bontempi Casa offre diverse proposte di sedie dedicate all’arredamento contract che possono essere declinate in un’ampia gamma di colori, dai classici a quelli più moderni. Con i modelli imbottiti e rivestiti, si può anche giocare con le texture dei materiali, dall’elegante pelle premium alla soffice lana passando per nabuk, velluto e molti altri. Il configuratore online potrà certamente aiutarvi a liberare la fantasia e scoprire tutte le opzioni disponibili.

idee arredamento ristorante
Sedia Mood con e senza braccioli, struttura in acciaio laccato e scocca in polipropilene imbottita e rivestita frontalmente in velluto. Tavolini Alis con base in acciaio laccato e piano in stratificato.

Sempre attuali e mai fuori moda, infine, sono l’attenzione al dettaglio e la capacità tipica del contract design italiano di coniugare estetica e funzionalità in un insieme armonioso. Le sedute dovranno avere forme curate ed essere confortevoli, per andare dall’antipasto fino al dolce senza far caso al tempo che passa. I tavoli dovranno adattarsi alla gestione dello spazio, garantendo il corretto distanziamento tra i diversi gruppi di clienti ma anche la possibilità di essere uniti, prossimamente, in ampie tavolate. Valorizzare la luce naturale che arriva dalle vetrate durante il giorno, e creare un’illuminazione morbida e piacevole per la serata, non potranno che essere valori aggiunti – così come l’occhio di un consulente esperto a cui affidarsi se vorrete fare un restyling.

Quando si parla di contract design è particolarmente importante avere ben chiaro il tipo di ambiente che si desidera realizzare. Prima di scegliere i singoli elementi d’arredo, quindi, è bene sviluppare un’idea progettuale con un’identità abbastanza definita per quanto riguarda lo stile e gli aspetti funzionali. Prendiamo l’esempio di un bar: partendo dalla distribuzione interna degli ambienti – l’ingresso, il bancone del bar, l’area dedicata ai tavolini e un’eventuale spazio esterno – si procede poi nella scelta degli arredi e nella definizione dei dettagli dell’allestimento. Ogni elemento dell’arredo contract rappresenta e identifica lo stile dell’attività commerciale, che deve attirare l’attenzione e invogliare i clienti ad entrare. Le ultime tendenze in fatto di interior contract design consigliano per i bar ambienti spaziosi, minimal chic, ricercati e originali. Ma quali sono gli elementi che non possono mancare?

Contract design, tavoli e sedie di carattere

Nella scelta dei tavolini e delle sedie per l’arredo contract di un bar è molto importante tenere in considerazione lo spazio che si ha a disposizione per posizionarli in maniera armonica e razionale, ma non solo: rappresentano uno degli elementi che più caratterizza l’esperienza dei clienti, e per questo hanno un ruolo particolarmente importante nel definire lo stile dell’ambiente. La carta vincente è quella dell’unicità, per cui ci si rivolge all’interior contract design per trovare soluzioni su misura in termini di forme, colori e finiture.

Contract design, sedie e tavolini
Sedie Mood con struttura in acciaio laccato e monoscocca in polipropilene. Tavolini Club con base in acciaio laccato e piano in stratificato.

Non esiste in questo contesto uno stile d’arredo che domina sugli altri, anche l’idea del bar in stile classico si reinventa inserendo gli arredi d’ispirazione vintage in contesti più moderni. Il classico bancone in legno massello, ad esempio, può essere abbinato a tavolini in acciaio laccato e sedie colorate, vivaci e originali, come Mood con struttura in polipropilene disponibile in diverse sfumature che vanno dal bianco all’antracite passando per giallo senape e caramello. Anche le raffinate poltroncine imbottite si possono reinventare con colori di tendenza e nuovi abbinamenti. A riprova della sua versatilità, il modello Mood è disponibile anche con braccioli e scocca imbottita con diverse opzioni tra cui scegliere tessuto e colore per il rivestimento: il risultato è una poltroncina dall’eleganza moderna, capace di adattarsi davvero a ogni stile.

Sedie Mood con struttura in acciaio laccato e scocca in polipropilene rivestita in pura lana vergine. Tavolino Vincent con base in acciaio laccato e piano in stratificato.

Contract design, arredare con la luce

Nella progettazione di un bar, gioca un ruolo fondamentale anche la luce. Archiviata la vecchia immagine di locali bui e fumosi, infatti, i bar moderni sono ambienti chiari e luminosi dall’atmosfera vivace. Sì ad ampie vetrate dove è possibile sfruttare al meglio la luce naturale, specchi per moltiplicarla e in più allargare lo spazio, e lampade a sospensione per illuminare tutto l’ambiente.

Lampada a sospensione Pandora con rosone laccato nero e corpo in acciaio lavorato e laccato. Tavolino Vincent con base in acciaio laccato e piano in stratificato. Sedie Suri con braccioli, struttura in acciaio laccato, schienale e seduta in tessuto elastico.

Tra le proposte di interior contract design nel catalogo Bontempi Casa non mancano lampade dalle forme originali con cui sottolineare lo stile di un bar o un ristorante. Pandora, ad esempio, ha una struttura in acciaio laccato disponibile in due misure e in diverse varianti cromatiche con cui è possibile creare combinazioni uniche e personalizzate nell’abbinamento con tavoli e sedute. La sua superficie esterna delicatamente traforata, poi, diffonde una luce morbida e armoniosa perfetta per ambienti rilassanti e raffinati.

Tavolini e sedute di design, colori accattivanti e la luce giusta sono elementi fondamentali per l’arredo contract di un bar, e il configuratore di Bontempi Casa potrà certamente aiutarvi a scoprire tutte le possibilità per personalizzare e rendere unico il vostro ambiente.

Un buon arredamento contract è il miglior biglietto da visita di ogni bar, ristorante e hotel che voglia lasciare un bel ricordo ai propri avventori. I tavoli, le sedute e gli altri complementi sono fondamentali per creare la giusta atmosfera e attirare i potenziali clienti attraverso le vetrate o le foto pubblicate online. Per questo le aziende di arredo moderne come Bontempi Casa hanno una divisione contract per la fornitura di mobili destinati agli spazi pubblici. Ogni tipologia di struttura ha esigenze ben precise a cui rispondere con progetti su misura e prodotti curati in ogni dettaglio.

Per trovare l’arredamento contract adatto al proprio locale, occorre mettere a fuoco che tipo di attività si intende aprire – un bar classico da colazioni o che punta sulla pausa pranzo, un ristorante raffinato o informale, un hotel dall’atmosfera cosmopolita o più tradizionale – e quindi la clientela che si desidera attrarre. La scelta dello stile d’arredo, poi, può nascere da un’ispirazione, uno stato d’animo, un film… che si dovrà trasformare in un progetto coerente ed efficace. Molto dipende dal gusto personale e dall’immagine che si vuole dare della propria attività, senza però perdere di vista il comfort e l’idea di far sentire a proprio agio i clienti.

Arredamento contract bar
Sedie e sgabelli Mood con struttura in Acciaio laccato e monoscocca in polipropilene. Tavolini contract in acciaio laccato.

Parlando di arredamento contract bar, tavoli e sedie dove i clienti si accomodano per un caffè, la pausa pranzo o un drink in compagnia sono il punto focale oltre al bancone. La scelta sarà dettata non solo dallo stile del locale, ma anche dalla struttura della sala. È importante considerare lo spazio che si ha a disposizione per posizionare tavoli e sedie in maniera armonica e razionale, facendo attenzione a lasciare libertà di movimento anche quando il locale è pieno. In un ambiente abbastanza ampio si possono creare delle aree differenziate, legate da un filo conduttore: una zona principale con tavoli e sedie contract facili da muovere, magari per l’arrivo di un gruppo numeroso, un’area più appartata con tavoli alti e sgabelli, qualche seduta vicino al bancone e un’area relax con poltroncine.

Arredamento contract ristorante
Sedie Ines con struttura in acciaio laccato per esterno e cuscino imbottito e rivestito in tessuto outdoor. Tavoli Alter con base in acciaio laccato per outdoor e piano in stratificato e alucompact.

Per arredare un ristorante, invece, meglio puntare sull’omogeneità utilizzando un unico tipo di seduta e disponendo tavoli contract di dimensioni diverse per coppie, famiglie e gruppi più numerosi. Nella scelta, è bene prestare particolare attenzione al comfort delle sedie affinché i clienti possano gustare i vostri piatti senza badare allo scorrere del tempo.

Trovare uno stile ben definito e declinarlo in modo omogeneo in tutti gli ambienti della struttura è ancor più importante nel caso dell’arredamento contract hotel. Dalla hall fino ai corridoi che conducono alle stanze passando per la caffetteria, il ristorante e gli altri spazi comuni, ogni ambiente dovrebbe trasmettere lo stesso mood in maniera armonica. Perché si sa che ogni stile d’arredo evoca un mondo di significati diversi, e che durante la permanenza un albergo rappresenta una seconda casa per i suoi ospiti.

Arredamento contract hotel

Ogni gestore poi sa bene che un arredamento contract di buona qualità, moderno e funzionale, è un investimento che ripaga nel tempo. Complementi di design, eleganti e capaci di catturare l’attenzione, caratterizzano l’ambiente e fanno sì che si distingua dagli altri. In più, scegliendo mobili realizzati con materiali durevoli e di facile manutenzione, che non temono gli urti o il contatto con cibo e detergenti, non ci si troverà costretti a un ricambio di tavoli e sedie contract troppo frequente. Così si agevolerà anche il lavoro dello staff, a tutto vantaggio del servizio ai clienti – il bene più prezioso di ogni attività commerciale.