Tag

bontempi casa

Browsing

Natale 2019, tempo di pranzi e cene in famiglia. Ma come arredare casa in modo elegante e raffinato, senza che l’ambiente diventi troppo stretto o poco elegante? L’arredamento natalizio perfetto parte dai complementi d’arredo più grandi: tavoli e sedie. Per poi passare da oggetti più piccoli che però faranno la differenza. Ma andiamo per gradi.

Per poter creare delle mise-en-place trés chic e ordinata, è fondamentale avere a disposizione un tavolo dal piano spazioso, ma che allo stesso tempo non ostruisca il passaggio ai numerosi ospiti. Il tavolo Podium, un classico della famiglia Bontempi Casa, viene rinnovato proprio in occasione delle festività: il robusto basamento centrale in cemento acquista charme con la laccatura color Ottone, e il piano fisso, in un raffinato SuperMarmo noir-desir, è grande abbastanza per preparare fino a 12 posti a tavola. La struttura solida ma priva di gambe ingombranti, rende il tavolo Podium l’ideale per un soggiorno affollato: nessun ospite si ritroverà ad inciampare e rovesciare il calice di Champagne sul tappeto. Le rifiniture preziose del prodotto, inoltre, lo rendono un elemento piacevole al tatto e alla vista, anche se privo di tovaglia.

In quanto alle sedute… Le sedie attorno al tavolo possono diventare veri e propri addobbi natalizi per la casa. Come? Basta sceglierle nelle tonalità colore giuste. Bontempi Casa consiglia per le feste 2019 una variazione del tema rosso-Natale: il colore dell’anno è terracotta, quindi perché non optare per rivestimenti di queste sfumature? Le sedie Penelope vengono rinnovate sotto una nuova luce che sprigiona energia positiva da ogni lembo di tessuto. Rivestite in morbido velluto color terracotta, e con una struttura leggerissima in acciaio laccato oro, diventano parte dell’arredamento natalizio senza “fare troppo chiasso”. Semplici, eleganti, di gusto contemporaneo e in linea con le tendenze del momento, ma con grande delicatezza ricordano il Natale, in modo alternativo (e si mantengono tutto l’anno).

Un complemento d’arredo “aggiuntivo” che non può mancare in casa durante le feste è il carrello portavivande. Un oggetto di design che abbiamo ripreso dai salotti Anni 50 e che non abbiamo mai smesso di apprezzare. Il carrello portavivande Chic ha un animo vintage, ma linee contemporanee. In acciaio laccato e munito di piccole ruote, si sposta (e si pulisce) facilmente. I ripiani in vetro sono raffinati e spaziosi: possono trasportare servizi di piatti e cristalleria da una stanza all’altra, ma diventano anche originali piani d’appoggio per decorazioni natalizie – come candele profumate di spezie e arancia, di colore argentato, dorato, oppure rosse e bianche. Preferire pochi e semplici, ma raffinati, addobbi natalizi per la casa consente di muoversi liberamente fra le stanze e non avere l’impressione di essere inondati dagli oggetti circostanti.

Cos’altro “fa Natale” senza risultare kitsch? I complementi d’arredo in legno naturale. Il tavolino Alfred di Bontempi Casa è una soluzione ideale per offrire spazio d’appoggio ai commensali che stanno facendo una pausa dal pranzo seduti sul divano. Questo coffee table discreto e poco ingombrante riscalda l’atmosfera del soggiorno grazie alla superficie ruvida del piano in legno. Il consiglio di stile di Bontempi Casa è appoggiare liberamente sulla superficie legnosa una decorazione natalizia tipicamente invernale, possibilmente fatta a mano, come un ramo secco o delle foglie, con frutta secca, pigne e fiori disidratati. L’effetto è un angolo della casa decorato per Natale in modo totalmente naturale, alternativo e decisamente lontano dal pacchiano.

Ultimo, ma non per importanza: l’elemento luce. Una scelta smart che scalda l’atmosfera per le feste, ma è perfetta tutto l’anno, è una lampada a sospensione (non occupa lo spazio vivibile!) come Gloria nella sua rifinitura Ottone. Questa raffinata colorazione riflette bene la luce naturale e crea dei riflessi molto interessanti, e la struttura aperta tipica di Gloria permette un’irradiazione ampia ma modulata: la stanza si illumina in modo caldo e accogliente. C’è forse qualcosa di più magico?

Chi vive in città è abituato a guardarsi intorno e vedere il paesaggio circostante in scala di grigi, e non è detto che sia un male! Certo qualche tocco di verde è indispensabile, ma il grigio, tutt’altro che piatto e banale, è un colore dotato di un’eleganza discreta e senza tempo, perfetta per l’interior design. Tra i materiali che fanno del grigio il proprio tratto distintivo, c’è il cemento proposto da Bontempi Casa.

Materiale che può sembrare inusuale per dei complementi d’arredo, ma è invece innovativo, il cemento di Bontempi Casa è disponibile in tre diverse sfumature – bianco, cemento e antracite, a cui presto si aggiungerà una grande novità (ve la sveliamo nelle prossime righe) – ha una superficie opaca e piacevolmente ruvida. La sua finitura è realizzata con una lavorazione artigianale che ne garantisce valore e unicità.

Il tavolo Podium con base e piano in cemento è un complemento d’arredo la cui forte personalità si può adattare a diversi stili d’arredo, ma sembra votata in particolar modo alla tendenza industrial. La resa di questo materiale, non tra i più usuali per l’interior design, risulta infatti particolarmente indicata per arredare seguendo questo stile, virando però verso la sua derivazione più raffinata e contemporanea.

tavolo Podium
Tavolo fisso Podium con base e piano in cemento bianco. Sedie Suri con rivestimento tessuto elastico a rete beige e struttura girevole in acciaio laccato bianco.

Tra le caratteristiche che rendono il Cemento una scelta vincente per l’arredo, c’è il fatto di essere un materiale eco-compatibile e a basso impatto ambientale. Altra caratteristica interessante è la facilità di pulizia: per le operazioni ordinarie bastano infatti un panno umido con un detergente neutro, da utilizzare immediatamente per evitare che agenti macchianti come olio, vino rosso o succo di limone penetrino nel materiale lasciando macchie o aloni.

tavolo Podium
Tavolo allungabile Podium con base in cemento antracite e piano in cristallo antigraffio antracite opaco. Sedie Clara imbottite e rivestite in Waterproof Nabuk e gambe in acciaio laccato argento naturale.

Da un punto di vista estetico e funzionale, poi, questo materiale coniuga perfettamente massima resistenza e minimo spessore: ne risultano piani d’appoggio solidi e affidabili.

Infine, una novità Bontempi Casa: presto sarà disponibile la nuova finitura color ottone per il basamento del tavolo Podium fisso, da abbinare alle raffinate venature di un piano in SuperMarmo nella variante noir desir o a un piano in cristallo nero, solo per fare qualche esempio. Scopri con il Configuratore tutte le possibilità per personalizzare il tuo nuovo tavolo.

tavolo Podium
Tavolo fisso Podium con base in cemento ottone e piano in SuperMarmo Noir Desir. Sedie Penelope con struttura in acciaio laccato imbottite e rivestite in velluto.

l colori delle foglie durante l’autunno rappresentano un vero e proprio spettacolo naturale. Caldi toni aranciati, morbidi marroni in tutte le tonalità, tenui gialli e punte accese di rosso rendono le giornate fredde molto più accoglienti. E anche fra le mura di casa, specialmente in questo periodo dell’anno, ci piace portare un po’ di calore (e colore). Il tipico “salotto autunnale” vede la presenza di molto legno, opaco, naturale, oppure lucido: il legno è il vero protagonista.

Al centro della sala, dunque, spicca un grande tavolo dal solido piano in legno secolare. È lì che sorseggeremo le tazze di tè speziato fino all’arrivo del Natale. È lì che appoggeremo una candela profumata all’arancia per intepidire l’atmosfera. È lì che ci ricordiamo della bellezza dell’autunno.

Tavolo Imperial Bontempi Casa, con struttura in acciaio laccato e piano in legno massello noce secolare

 

Tavolo Millennium XXL Bontempi Casa, con struttura in acciaio laccato e piano in legno massello noce secolare

Nel salotto d’autunno non mancano delle comode sedie rivestite in morbidissima pelle che tingono la stanza dei toni della natura in fase di cambiamento. Sedute tinte di rosso, bordeaux, bulgaro, cioccolato, granata, testa di moro ma anche sabbia, possono scaldare il soggiorno con eleganza. Il modo più creativo per arredarlo è abbinare poltroncine di colori diversi, tutti autunnali, per un risultato vivace e a tema con la stagione delle foglie che cadono e ricoprono i prati di colorazioni diverse tra loro.

Sedie Kefir Bontempi Casa, struttura in acciaio laccato, rivestite in cuoio con cuciture in tinta

Aggirandoci pigramente per il soggiorno con la nostra tazza di caffè fumante in mano, sentiamo il bisogno di luce – che spesso scarseggia in questo periodo. Per fortuna c’è uno specchio ampio che riflette il paesaggio fuori. Le superfici riflettenti, dopotutto, non sono solo un elemento cool nelle abitazioni contemporanee, ma servono anche a espandere la luce naturale per rifletterla sulle pareti interne e conferire alla stanza un aspetto più luminoso.

Specchio Illusion Bontempi Casa con dettaglio a intarsio, orientabile orizzontalmente e verticalmente.

Fuori ha cominciato a piovere, c’è bisogno di sentirsi ancora più coccolati. Ecco perché una poltrona a effetto relax non dovrebbe mai mancare, magari posizionata accanto a un camino acceso. Una seduta morbida, regolabile, con il poggia testa per potersi addormentare al rumore delle gocce di pioggia sulla finestra. Rivestita in caldissima lana è l’ideale, ma anche in pelle, nabuk o tessuto, purché sia soffice. E il colore? Nocciola, ovviamente.

Poltrona e pouf Daya Bontempi Casa, struttura in acciaio cromato, rivestita e imbottita

E se ci dovessimo svegliare dal riposo pomeridiano della domenica, non dimentichiamoci di lasciare il nostro libro a portata di mano. Un coffee table accanto alla poltrona è quello che ci vuole. Il consiglio di stile: se il pavimento è un parquet raffinato in legno, non copritelo con i tappeti, lasciate che il rivestimento diventi un complemento d’arredo a sé stante.

Tavolino Tower, struttura in acciaio laccato e piano in marmo naturale

 

 

Stiamo dando la giusta attenzione ai nostri appendiabiti? Spesso finiscono relegati in un angolo e, per buona parte dell’anno, sono sommersi da giacche e cappotti, sciarpe e cappelli. Se ci mettiamo alla ricerca di appendiabiti particolari e di design, però, vuol dire che siamo sulla buona strada per fare di questo semplice oggetto una parte integrante dell’arredamento di casa nostra. Che sia posizionato all’ingresso, in camera da letto o nella zona dedicata al guardaroba, infatti, l’appendiabiti merita di uscire dall’anonimato e può anche essere abbinato ad altri elementi come tavolini o portariviste.

Appendiabiti Hula – tradizionale con charme

Un appendiabiti da terra che, con le sue linee minimal e decisamente eleganti, può cambiare l’aspetto di un ingresso rendendolo subito un ambiente raffinato e ricercato. Hula è composto da tre coppie di bastoni in acciaio laccato che, incrociandosi, creano una struttura asimmetrica completata da un anello orizzontale, elemento funzionale che amplia la superficie su cui appendere sciarpe e foulard. Posizionato all’ingresso, accoglie voi e i vostri ospiti con elegante discrezione.

Appendiabiti Alga – colorato con stile

Tra gli appendiabiti particolari ci sono sicuramente quelli che meglio si prestano a essere proposti in tonalità vivaci come il modello Alga di Bontempi Casa, disponibile in diverse varianti tra cui il rosso corallo: un tocco di colore che sa farsi notare anche tra giacche e cappotti. La sua struttura, composta da ganci orientabili a piacere lungo tutta l’altezza, è ispirata alla natura e ricorda quella di un albero. È la scelta ideale per una casa giovane e dinamica, dove si trova perfettamente a suo agio tanto all’ingresso quanto in camera da letto.

Appendiabiti Battista – artistico con personalità

Appendiabiti particolari e minimalisti al tempo stesso, è possibile? La risposta è sì guardando Battista, un classico del design sempre attuale. Si tratta infatti di un appendiabiti da terra con cinque ganci disposti a stella, disegnato da linee pulite e gentili. Perfetto per essere disposto in un ingresso abbastanza spazioso da contenere anche un tavolino abbinato su cui appoggiare ciò che solitamente teniamo in tasca, può essere una buona soluzione anche per la sala d’attesa di uno studio professionale.

Da semplice elemento funzionale, ecco che l’appendiabiti diventa un complemento importante per definire lo stile dell’ambiente in cui viene collocato. Tutti e tre questi modelli Bontempi Casa sono disponibili in un’ampia varietà di colori – che potete scoprire anche online – per adattarsi a ogni ispirazione creativa per l’arredo.

C’era una volta il divano in nabuk, desiderio di ogni salotto borghese. Elegante e raffinato, con una mano vellutata che lo rende accogliente e piacevole da toccare, mentre un leggero effetto vissuto dona un’allure vintage e un senso di unicità. “Come pulire il nabuk?” è però la domanda che spesso frena prima di fare questa scelta, perché il nabuk in natura è un materiale particolarmente delicato, che non vuole essere trattato con oli o detergenti di alcun tipo, per cui eventuali macchie sono difficili da rimuovere completamente.

Ricerca e sviluppo sono fattori costanti nell’industria dell’arredamento, e si applicano anche ai materiali utilizzati come rivestimenti per divani, sedie e altri complementi. Il nabuk, ad esempio, viene reinterpretato da Bontempi Casa come waterproof nabuk, un materiale sintetico che ricrea in maniera sorprendente la finitura morbida e vellutata del pellame con questa particolare lavorazione, e inoltre si presta a una manutenzione decisamente più semplice. Viene infatti sottoposto a un trattamento idrorepellente che ne garantisce la facile pulizia, rendendo i mobili Bontempi Casa in waterproof nabuk adatti a essere utilizzati in ogni stanza della casa, cucina compresa, senza preoccupazioni.

Le sedie in waterproof nabuk per la cucina e la sala da pranzo

sedia Aida in waterproof nabuk
Sedia Aida con struttura in acciaio laccato, seduta e schienale imbottiti e rivestiti in waterproof nabuk. Tavolo Millennium con struttura in acciaio laccato e piano in legno.

Intorno al tavolo della sala da pranzo, ma anche in cucina, le sedie imbottite rivestite in waterproof nabuk danno un tocco raffinato all’ambiente, e aggiungono ai piaceri del gusto quelli del tatto… e del confort! Con le sue linee minimal e la silhouette slanciata, la sedia Aida crea subito un’atmosfera sofisticata e rilassata al tempo stesso. Nei toni del beige e abbinata a un tavolo con piano in legno, è una scelta davvero elegante.

Come pulire il waterproof nabuk se si dovesse sporcare con della frutta? Nessun problema, basterà passare una spugna inumidita con acqua fredda. Se invece le macchie dovessero essere di caffè o cioccolata, meglio tamponare con acqua fredda.

Le sedie in waterproof nabuk per la zona notte

poltrona Clara
Poltrona Clara con struttura in acciaio, imbottita e rivestita in waterproof nabuk con bordino a contrasto.

A una sedia, quando viene scelta e sistemata nella zona notte, vengono affidate diverse funzioni: sedersi al volo per allacciarsi le scarpe, oppure con calma per immergersi nella lettura, che sia di un libro o dei messaggi scambiati con una persona che ci sta a cuore, e poi appoggiarvi la borsetta oppure i vestiti in attesa di indossarli nuovamente… La poltroncina Clara ha linee delicate e avvolgenti, una struttura classica e una morbida seduta rivestita in waterproof nabuk da scegliere tra un’ampia palette cromatica, con il dettaglio del bordino da scegliere in tinta o a contrasto.

Avete acceso delle candele profumate e qualche goccia di cera è finita sulla vostra sedia? Per pulire il waterproof nabuk, in questo caso dovrete asportare delicatamente la cera con una spatola o un coltello smussato e poi rimuovere gli ultimi residui con un panno inumidito con un solvente specifico per la pulizia a secco.

Le sedie in waterproof nabuk per l’ufficio

sedia Hisa in waterproof nabuk
Sedia Hisa con struttura in acciaio laccato, monoscocca imbottita e rivestita. Tavolino Tower con struttura in acciaio laccato e piano in marmo naturale.

Anche un ufficio o un ambiente professionale possono beneficiare del tocco morbido del waterproof nabuk per rendere più confortevole l’ambiente. A chi cerca un’alternativa alla classica sedia da ufficio, Bontempi Casa propone Hisa: le linee futuristiche della struttura in acciaio laccato, perfettamente abbinate a quelle del tavolino, incontrano la morbidezza della scocca imbottita e rivestita in waterproof nabuk.

Anche nell’era del digitale, possono capitare macchie di inchiostro. Come pulire il waterproof nabuk per far tornare le sedie come nuove? La soluzione è tamponare delicatamente con un panno inumidito con alcool, girandolo in modo che solo la parte pulita venga a contatto con la macchia.

Dal 26 ottobre al 3 novembre, Bontempi Casa sarà presente alla 45^ edizione di MoaCasa 2019, la più importante mostra di design e arredo del Centro Italia. Dove? Nell’eterna Roma. Un nuovo evento che si aggiunge alla fitta agenda di fiere e manifestazioni di Bontempi Casa, subito dopo High Point Market negli Stati Uniti.

L’appuntamento con le novità più interessanti del settore, quindi, è alla Fiera di Roma. La manifestazione, che si articola in tre padiglioni per presentare le migliori proposte di oltre 250 aziende italiane, include anche l’area “Natale in Piazza” con tutto ciò che occorre per prepararsi al meglio (e con calma) ad accogliere la magia delle Feste. Come sempre, invitiamo i nostri clienti e tutti gli amanti dell’interior design a farci visita.

Da segnare in agenda, l’indirizzo della nostra collocazione alla fiera: Padiglione 1 Arredo & Design, stand 30-31.

Per l’occasione, come sempre abbiamo creato un hashtag ad hoc, che potrete seguire durante la fiera su Instagram: #bontempicasagoestorome. Seguiteci per scoprire tutte le novità Bontempi Casa!

Bontempi Casa va in trasferta negli Stati Uniti per partecipare all’edizione autunnale di High Point Market, la fiera di settore che si può considerare la Fashion Week dell’arredo. Le date da segnare in agenda sono quelle dal 19 al 23 ottobre 2019, e queste sono le coordinate: 164 South Main Street, Suite 700, High Point, NC 27260, Carolina del Nord.

High Point News

Ancora una volta Bontempi Casa avrà il suo stand dedicato, e questa sarà la sua collocazione: IH505. Entusiasti di confrontarci con un evento che ha pochi rivali quanto a dimensioni e portata, invitiamo i nostri clienti e tutti gli amanti dell’interior design a farci visita.

Su Instagram potrete seguire le nostre stories e i post con l’hashtag dedicato #highpointmarket2019 e #bontempicasagoestousa.

La luce bianca del mattino filtra dalle grandi finestre. Una è aperta, e l’aria fresca del primo autunno smuove le tende color sabbia.

L’artista si è appisolato sulla poltrona in pelle, di fianco alla tela realizzata qualche anno fa per una mostra temporanea. Ieri ha dipinto fino a tarda notte, e poi si è addormentato fra i suoi pennelli. Sul tavolino a due ripiani rotondi ci sono ancora un quaderno con degli schizzi a carboncino, e una tazza di caffè nero – freddo, ormai. Sul pavimento ha lasciato alcuni fogli di carta porosa con le prove di colore di un nuovo disegno al quale sta lavorando. Nella stanza c’è solo il rumore del ticchettio del grande orologio vintage appeso al muro – l’artista vi è molto affezionato, lo ha acquistato in un market d’antiquariato berlinese. Del resto, quell’atelier rappresenta tutto il suo mondo.

Poltrona Long Island, scocca con inserto metallico imbottita in poliuretano flessibile e rivestita in Pelle Premium; tavolino Planet in acciaio laccato con piani in SuperMarmo.

Sul grande tavolo in legno naturale riposano un paio di acquerelli – il colore è ancora fresco. E vicino alla parete è appoggiato uno sgabello, quello che il decoratore preferisce per dipingere sulle tele con il cavalletto. Lui e quello sgabello sono inseparabili, sin dal primo giorno che fece capolino nel suo studio. Da allora lo usa tutti i giorni per disegnare, come se senza quella seduta non potesse esprimere la sua arte. Poi lo ripone con cura vicino al tavolo, e lo sgabello sembra attendere il suo artista fino al giorno seguente, con pazienza.

Sgabello Mood, con struttura in acciaio laccato, gambe a sezione triangolare e scocca in polipropilene

Domani l’artista avrà un incontro importante con un committente di una galleria d’arte di Parigi: per lui dovrà realizzare alcuni quadri con tecniche pittoriche diverse. È proprio sulla piccola consolle in entrata che tiene i documenti, le prove, i libri d’illustrazione a cui ha fatto riferimento, i tubetti di tempere e le chine colate. Fra uno scaffale e l’altro, spiccano anche oggetti che raccontano i suoi ricordi: vasi, macchine fotografiche, vecchie polaroid e un mazzo di chiavi. A terra, i suoi stivali da pioggia: un vero artista dipinge in ogni condizione climatica, anche all’aperto.

Consolle Hip Hop, struttura in acciaio laccato e piano in cristallo antigraffio.

Sono le 8.00 e l’artista apre gli occhi. Si stiracchia e srotola dalla cintura il marsupio con tutti i pennelli. Sono rimasti pochi pittori come lui, nessuno dipinge più a mano, come si faceva una volta. Ma lui, con la sua barba rossa e gli occhiali spessi, è felice nel suo piccolo studio: lì può essere sé stesso, fra i mobili che hanno fatto la storia della sua vita, e i suoi colori.

Accende la luce della grande lampada con il paralume in tessuto che con il suo braccio allungabile riesce a illuminare tutta la superficie del tavolo. Il foglio bianco e immacolato sembra guardarlo, e non viceversa. “Ah, che cosa meravigliosa l’arte!” –  l’artista comincia a riempire il foglio con del blu di persia, steso con un pennello a setole larghe. E la sua visione inizia a prendere forma, mentre l’atelier sembra diventare esso stesso un quadro, con lo sgabello appoggiato al muro, il vecchio orologio sulla parete, la tenda che svolazza leggera, e il pittore chino sulla tela.

Lampada da terra Cloe, composta da base e asta in acciaio laccato e braccio orientabile in alluminio laccato regolabile; paralume in tessuto.

 

Largo alla creatività, largo alla gioia di condividere: i tavoli grandi sono qui per questo. Elementi importanti dell’arredamento, amano conquistare il centro della scena con i loro volumi generosi e con linee moderne che colpiscono per originalità ed eleganza. Fissi o allungabili, i tavoli grandi evocano atmosfere conviviali, fanno pensare a famiglie numerose e al piacere di invitare gli amici, ma si prestano anche ad altri utilizzi diventando piani di lavoro multitasking. Per valorizzarli al meglio, vanno posizionati al centro della stanza, magari allestendo sullo sfondo una parete scenografica con elementi decorativi come specchi moderni, una carta da parati oppure una madia o una libreria di design, moderna e funzionale. Per dare la giusta illuminazione, potrebbero servire più punti luce a sospensione da distribuire lungo i lati del tavolo. Infine, ma certo non meno importante per chi ama arredare con gusto, l’abbinamento delle sedie, da scegliere in perfetto accordo con le linee e i materiali dei tavoli.

Tavoli grandi in legno per l’ufficio

Il legno, con il suo calore e l’aspetto naturale, rende ogni luogo più accogliente. Tavoli grandi in legno massello, però, sono anche elementi d’arredo perfetti per sottolineare il prestigio di un ambiente lavorativo arredandolo con gusto e cura per i dettagli. Al centro di una sala riunioni, diventano i coprotagonisti silenziosi (ma non per questo “invisibili”) di meeting importanti e brainstorming tra colleghi.

Tavolo Millennium XXL con struttura in acciaio laccato e piano in legno massello scortecciato noce secolare, sedie Sveva con struttura in legno massello e librerie Lexington.

Il tavolo fisso Millennium XXL, ad esempio, ha una solida struttura in acciaio dalle linee sobrie ed eleganti, mentre il piano è disponibile anche in legno massello noce secolare. I nodi del legno visibili sulla superficie, il bordo esterno laterale che mantiene la forma originale del tronco dell’albero e le lievi variazioni cromatiche sottolineano l’autenticità e l’unicità di questi tavoli grandi in legno massello. Anche le sedie abbinate hanno la struttura in legno massello, e riprendono la struttura solida e avvolgente del tavolo.

Tavoli rotondi grandi per la sala da pranzo

Ideali per la sala da pranzo, i tavoli rotondi grandi sono la soluzione salvaspazio che coniuga alla perfezione il piacere della convivialità con le esigenze di un arredo funzionale e moderno. Senza angoli appuntiti, non solo hanno un aspetto più arioso e leggero, ma lasciano anche maggiore libertà di movimento nello spazio circostante. Scegliendo modelli con un basamento centrale al posto delle gambe lungo il perimetro, poi, si eliminano eventuali ostacoli per le sedute – ed è più facile aggiungere un posto a tavola quando serve.

Tavolo Universe rotondo fisso con struttura e dettagli decorativi in acciaio laccato e piano centrale girevole, sedie Sofia imbottite e rivestite, gruppo madie Pica in legno e acciaio laccato.

Il tavolo Universe rotondo ha una struttura centrale in acciaio laccato con tre appoggi, ma ciò che attira davvero l’attenzione è il piano, con il suo mix di materiali e soluzioni funzionali. Il piano ring in legno impiallacciato di noce o rovere fa da cornice al piano centrale girevole incassato, disponibile in cristallo lucido oppure antigraffio opaco, o in SuperMarmo. Anche le sedie Sofia abbinate hanno la struttura in acciaio laccato, e il rivestimento può essere scelto in un’ampia gamma di colori e materiali, dal velluto alla pelle premium. Per completare l’arredo della sala da pranzo, c’è la madia Pica in legno e legno laccato con ante a battente e vani a giorno.

Tavoli quadrati grandi per il soggiorno

Come arredare la zona giorno coniugando stile ed esigenze della vita quotidiana? Se si vuole creare uno spazio funzionale, partire dalla scelta di tavoli quadrati grandi è un’ottima idea. Perfetti per servire il tè, come tavoli da pranzo ma possono essere utilizzati anche come piani di lavoro multitasking, per sfogliare album di ricordi in famiglia, per appassionanti serate dedicate al poker, e molto altro.

Tavolo Versus quadrato fisso con struttura in alluminio laccato in tinta con il piano in SuperMarmo, e sedie Kelly con struttura in legno massello, dettagli in acciaio laccato e monoscocca imbottita e rivestita.

Il tavolo Versus in versione quadrata, disponibile per 8 o 12 posti, ha linee chic ed essenziali che mettono in risalto il pregio dei materiali con cui è realizzato. Il piano infatti può essere scelto in SuperMarmo, un materiale esclusivo Bontempi Casa che unisce il fascino del marmo a nuove caratteristiche funzionali, oppure in cristallo o cristallo antigraffio. Le gambe invece sono in legno massello, come quelle delle sedie imbottite Kelly abbinate.

Il primo pouf della storia risale ai conviviali salotti di Maria Antonietta di Francia. Correva l’anno 1774 e il parrucchiere della sovrana più eccentrica di tutti i tempi aveva creato per lei un’acconciatura alta il doppio della testa: un telaio metallico e cuscini imbottiti erano ricoperti con i capelli intrecciati e impreziositi da gioielli, diamanti, fiori, frutta e piume. Gli diedero il nome di “pouf”, una parola la cui assonanza ricordava qualcosa di buffo ed evocava sensazioni di morbidezza. Nonostante la moda delle bizzarre pettinature della regina francese terminò con la sua decapitazione, il pouf è rimasto nelle case dei borghesi di corte per oltre un secolo, ed è arrivato fino ad oggi, sotto forma di complemento d’arredo chic e di personalità.

Come si evince dalle recenti edizioni del Salone del Mobile di Milano, il pouf è diventato senza dubbio l’elemento chiave per la zona living, ma non si limita a questo. Il pouf oggi è indice di contemporaneità, stile e conoscenza del design. Ne esistono diverse versioni: pouf morbidi realizzati con stoffe e tessuti pregiati, lana, velluto, cotone, pelle ed ecopelle; pouf rigidi in legno e alluminio, e pouf contenitori, pouf portaoggetti che si trasformano da seduta a scrigni di oggetti di valore oppure di uso quotidiano. Ogni forma e materiale rappresenta uno stile e personalità del proprietario di casa. Ecco come riconoscere il tuo pouf ideale, per arredare la tua casa e rappresentare la tua visione del mondo, come faceva Maria Antonietta con le sue acconciature.

Pouf ecopelle

Chi non ha mai smesso di considerare il pouf un elemento d’arredo riservato al comfort, non può che optare per Uchi o Badù, i pouf imbottiti di forma quadrata o cilindrica firmati Bontempi Casa. Sono adatti per l’angolo relax in soggiorno, ma anche in camera da letto.

Pouf stoffa

Puffoso, una delle novità di maggiore successo di Bontempi Casa, è il pouf ultra-morbido dalla forma rotonda, imbottito e rivestito di varie tipologie di stoffa: dal più classico velluto alla lana vergine, fino ai tessuti brevettati dal marchio, come il tessuto Mambo, tessuto Lulù, Waterproof Nabuk e in versione stampata, ma anche in tessuto Déco, Kvadrat Field, Tessuto Kvadrat Coda e Pelle Premium. Questo pouf chiama personalità romantiche, sognatrici e vivaci, come i colori di Puffoso: giallo, celeste, salmone…

Pouf portaoggetti e contenitori pouf

Pouf multiforme e multifunzione, perché i più creativi hanno bisogno versatilità dai complementi d’arredo che scelgono per la propria dimora. In una casa d’artista non può mancare un pouf portaoggetti, come Pattern di Bontempi Casa, realizzato in acciaio laccato e con un design forato molto accattivante. È disponibile in diverse misure, così che possa funzionare in ogni spazio della casa. La sua forma geometrica consente di posizionare non solo sopra, ma anche al suo interno, libri, riviste e coffee table books (link articolo coffee table) da collezione. Un oggetto da esporre come pezzo cool dell’arredamento, ma anche sgabello per dipingere, scrivere, leggere, e un contenitore originale per tutto quello che desideriamo.

Pouf abbinati a poltrone

E infine, perché non scegliere un pouf en-pendant con la poltrona? La soluzione d’arredo ideale per degli studi e uffici, ma anche angoli relax del soggiorno. Daya pouf e Daya poltrona di Bontempi Casa hanno una linea minimal ed essenziale, hanno una struttura con base girevole in acciaio cromato, una scocca imbottita molto morbida e sfoderabile, e sono rivestiti in pelle ecologica, pelle premium, velluto, waterproof nabuk, lana o tessuti Lulù, Mambo e Kvadrat field. Un’ampia scelta per soddisfare tutti i tipi di confort.

L’evoluzione storica del pouf lo ha allontanato da quell’immaginario di acconciature scomode, seppur spettacolari, di Maria Antonietta. Quello che ci è rimasto di quell’allure francese, tuttavia, è il nome aristocratico ed elegante, allo stesso tempo un po’ buffo. Un pouf è tutte queste cose, dopotutto, è eleganza, comfort, ironia, carattere. E averne almeno uno fra le mura di casa ci fa sentire tutti un po’ re e regine di Francia.