Tag

bontempi casa

Browsing

Dal 26 ottobre al 3 novembre, Bontempi Casa sarà presente alla 45^ edizione di MoaCasa 2019, la più importante mostra di design e arredo del Centro Italia. Dove? Nell’eterna Roma. Un nuovo evento che si aggiunge alla fitta agenda di fiere e manifestazioni di Bontempi Casa, subito dopo High Point Market negli Stati Uniti.

L’appuntamento con le novità più interessanti del settore, quindi, è alla Fiera di Roma. La manifestazione, che si articola in tre padiglioni per presentare le migliori proposte di oltre 250 aziende italiane, include anche l’area “Natale in Piazza” con tutto ciò che occorre per prepararsi al meglio (e con calma) ad accogliere la magia delle Feste. Come sempre, invitiamo i nostri clienti e tutti gli amanti dell’interior design a farci visita.

Da segnare in agenda, l’indirizzo della nostra collocazione alla fiera: Padiglione 1 Arredo & Design, stand 30-31.

Per l’occasione, come sempre abbiamo creato un hashtag ad hoc, che potrete seguire durante la fiera su Instagram: #bontempicasagoestorome. Seguiteci per scoprire tutte le novità Bontempi Casa!

Bontempi Casa va in trasferta negli Stati Uniti per partecipare all’edizione autunnale di High Point Market, la fiera di settore che si può considerare la Fashion Week dell’arredo. Le date da segnare in agenda sono quelle dal 19 al 23 ottobre 2019, e queste sono le coordinate: 164 South Main Street, Suite 700, High Point, NC 27260, Carolina del Nord.

High Point News

Ancora una volta Bontempi Casa avrà il suo stand dedicato, e questa sarà la sua collocazione: IH505. Entusiasti di confrontarci con un evento che ha pochi rivali quanto a dimensioni e portata, invitiamo i nostri clienti e tutti gli amanti dell’interior design a farci visita.

Su Instagram potrete seguire le nostre stories e i post con l’hashtag dedicato #highpointmarket2019 e #bontempicasagoestousa.

La luce bianca del mattino filtra dalle grandi finestre. Una è aperta, e l’aria fresca del primo autunno smuove le tende color sabbia.

L’artista si è appisolato sulla poltrona in pelle, di fianco alla tela realizzata qualche anno fa per una mostra temporanea. Ieri ha dipinto fino a tarda notte, e poi si è addormentato fra i suoi pennelli. Sul tavolino a due ripiani rotondi ci sono ancora un quaderno con degli schizzi a carboncino, e una tazza di caffè nero – freddo, ormai. Sul pavimento ha lasciato alcuni fogli di carta porosa con le prove di colore di un nuovo disegno al quale sta lavorando. Nella stanza c’è solo il rumore del ticchettio del grande orologio vintage appeso al muro – l’artista vi è molto affezionato, lo ha acquistato in un market d’antiquariato berlinese. Del resto, quell’atelier rappresenta tutto il suo mondo.

Poltrona Long Island, scocca con inserto metallico imbottita in poliuretano flessibile e rivestita in Pelle Premium; tavolino Planet in acciaio laccato con piani in SuperMarmo.

Sul grande tavolo in legno naturale riposano un paio di acquerelli – il colore è ancora fresco. E vicino alla parete è appoggiato uno sgabello, quello che il decoratore preferisce per dipingere sulle tele con il cavalletto. Lui e quello sgabello sono inseparabili, sin dal primo giorno che fece capolino nel suo studio. Da allora lo usa tutti i giorni per disegnare, come se senza quella seduta non potesse esprimere la sua arte. Poi lo ripone con cura vicino al tavolo, e lo sgabello sembra attendere il suo artista fino al giorno seguente, con pazienza.

Sgabello Mood, con struttura in acciaio laccato, gambe a sezione triangolare e scocca in polipropilene

Domani l’artista avrà un incontro importante con un committente di una galleria d’arte di Parigi: per lui dovrà realizzare alcuni quadri con tecniche pittoriche diverse. È proprio sulla piccola consolle in entrata che tiene i documenti, le prove, i libri d’illustrazione a cui ha fatto riferimento, i tubetti di tempere e le chine colate. Fra uno scaffale e l’altro, spiccano anche oggetti che raccontano i suoi ricordi: vasi, macchine fotografiche, vecchie polaroid e un mazzo di chiavi. A terra, i suoi stivali da pioggia: un vero artista dipinge in ogni condizione climatica, anche all’aperto.

Consolle Hip Hop, struttura in acciaio laccato e piano in cristallo antigraffio.

Sono le 8.00 e l’artista apre gli occhi. Si stiracchia e srotola dalla cintura il marsupio con tutti i pennelli. Sono rimasti pochi pittori come lui, nessuno dipinge più a mano, come si faceva una volta. Ma lui, con la sua barba rossa e gli occhiali spessi, è felice nel suo piccolo studio: lì può essere sé stesso, fra i mobili che hanno fatto la storia della sua vita, e i suoi colori.

Accende la luce della grande lampada con il paralume in tessuto che con il suo braccio allungabile riesce a illuminare tutta la superficie del tavolo. Il foglio bianco e immacolato sembra guardarlo, e non viceversa. “Ah, che cosa meravigliosa l’arte!” –  l’artista comincia a riempire il foglio con del blu di persia, steso con un pennello a setole larghe. E la sua visione inizia a prendere forma, mentre l’atelier sembra diventare esso stesso un quadro, con lo sgabello appoggiato al muro, il vecchio orologio sulla parete, la tenda che svolazza leggera, e il pittore chino sulla tela.

Lampada da terra Cloe, composta da base e asta in acciaio laccato e braccio orientabile in alluminio laccato regolabile; paralume in tessuto.

 

Largo alla creatività, largo alla gioia di condividere: i tavoli grandi sono qui per questo. Elementi importanti dell’arredamento, amano conquistare il centro della scena con i loro volumi generosi e con linee moderne che colpiscono per originalità ed eleganza. Fissi o allungabili, i tavoli grandi evocano atmosfere conviviali, fanno pensare a famiglie numerose e al piacere di invitare gli amici, ma si prestano anche ad altri utilizzi diventando piani di lavoro multitasking. Per valorizzarli al meglio, vanno posizionati al centro della stanza, magari allestendo sullo sfondo una parete scenografica con elementi decorativi come specchi moderni, una carta da parati oppure una madia o una libreria di design, moderna e funzionale. Per dare la giusta illuminazione, potrebbero servire più punti luce a sospensione da distribuire lungo i lati del tavolo. Infine, ma certo non meno importante per chi ama arredare con gusto, l’abbinamento delle sedie, da scegliere in perfetto accordo con le linee e i materiali dei tavoli.

Tavoli grandi in legno per l’ufficio

Il legno, con il suo calore e l’aspetto naturale, rende ogni luogo più accogliente. Tavoli grandi in legno massello, però, sono anche elementi d’arredo perfetti per sottolineare il prestigio di un ambiente lavorativo arredandolo con gusto e cura per i dettagli. Al centro di una sala riunioni, diventano i coprotagonisti silenziosi (ma non per questo “invisibili”) di meeting importanti e brainstorming tra colleghi.

Tavolo Millennium XXL con struttura in acciaio laccato e piano in legno massello scortecciato noce secolare, sedie Sveva con struttura in legno massello e librerie Lexington.

Il tavolo fisso Millennium XXL, ad esempio, ha una solida struttura in acciaio dalle linee sobrie ed eleganti, mentre il piano è disponibile anche in legno massello noce secolare. I nodi del legno visibili sulla superficie, il bordo esterno laterale che mantiene la forma originale del tronco dell’albero e le lievi variazioni cromatiche sottolineano l’autenticità e l’unicità di questi tavoli grandi in legno massello. Anche le sedie abbinate hanno la struttura in legno massello, e riprendono la struttura solida e avvolgente del tavolo.

Tavoli rotondi grandi per la sala da pranzo

Ideali per la sala da pranzo, i tavoli rotondi grandi sono la soluzione salvaspazio che coniuga alla perfezione il piacere della convivialità con le esigenze di un arredo funzionale e moderno. Senza angoli appuntiti, non solo hanno un aspetto più arioso e leggero, ma lasciano anche maggiore libertà di movimento nello spazio circostante. Scegliendo modelli con un basamento centrale al posto delle gambe lungo il perimetro, poi, si eliminano eventuali ostacoli per le sedute – ed è più facile aggiungere un posto a tavola quando serve.

Tavolo Universe rotondo fisso con struttura e dettagli decorativi in acciaio laccato e piano centrale girevole, sedie Sofia imbottite e rivestite, gruppo madie Pica in legno e acciaio laccato.

Il tavolo Universe rotondo ha una struttura centrale in acciaio laccato con tre appoggi, ma ciò che attira davvero l’attenzione è il piano, con il suo mix di materiali e soluzioni funzionali. Il piano ring in legno impiallacciato di noce o rovere fa da cornice al piano centrale girevole incassato, disponibile in cristallo lucido oppure antigraffio opaco, o in SuperMarmo. Anche le sedie Sofia abbinate hanno la struttura in acciaio laccato, e il rivestimento può essere scelto in un’ampia gamma di colori e materiali, dal velluto alla pelle premium. Per completare l’arredo della sala da pranzo, c’è la madia Pica in legno e legno laccato con ante a battente e vani a giorno.

Tavoli quadrati grandi per il soggiorno

Come arredare la zona giorno coniugando stile ed esigenze della vita quotidiana? Se si vuole creare uno spazio funzionale, partire dalla scelta di tavoli quadrati grandi è un’ottima idea. Perfetti per servire il tè, come tavoli da pranzo ma possono essere utilizzati anche come piani di lavoro multitasking, per sfogliare album di ricordi in famiglia, per appassionanti serate dedicate al poker, e molto altro.

Tavolo Versus quadrato fisso con struttura in alluminio laccato in tinta con il piano in SuperMarmo, e sedie Kelly con struttura in legno massello, dettagli in acciaio laccato e monoscocca imbottita e rivestita.

Il tavolo Versus in versione quadrata, disponibile per 8 o 12 posti, ha linee chic ed essenziali che mettono in risalto il pregio dei materiali con cui è realizzato. Il piano infatti può essere scelto in SuperMarmo, un materiale esclusivo Bontempi Casa che unisce il fascino del marmo a nuove caratteristiche funzionali, oppure in cristallo o cristallo antigraffio. Le gambe invece sono in legno massello, come quelle delle sedie imbottite Kelly abbinate.

Il primo pouf della storia risale ai conviviali salotti di Maria Antonietta di Francia. Correva l’anno 1774 e il parrucchiere della sovrana più eccentrica di tutti i tempi aveva creato per lei un’acconciatura alta il doppio della testa: un telaio metallico e cuscini imbottiti erano ricoperti con i capelli intrecciati e impreziositi da gioielli, diamanti, fiori, frutta e piume. Gli diedero il nome di “pouf”, una parola la cui assonanza ricordava qualcosa di buffo ed evocava sensazioni di morbidezza. Nonostante la moda delle bizzarre pettinature della regina francese terminò con la sua decapitazione, il pouf è rimasto nelle case dei borghesi di corte per oltre un secolo, ed è arrivato fino ad oggi, sotto forma di complemento d’arredo chic e di personalità.

Come si evince dalle recenti edizioni del Salone del Mobile di Milano, il pouf è diventato senza dubbio l’elemento chiave per la zona living, ma non si limita a questo. Il pouf oggi è indice di contemporaneità, stile e conoscenza del design. Ne esistono diverse versioni: pouf morbidi realizzati con stoffe e tessuti pregiati, lana, velluto, cotone, pelle ed ecopelle; pouf rigidi in legno e alluminio, e pouf contenitori, pouf portaoggetti che si trasformano da seduta a scrigni di oggetti di valore oppure di uso quotidiano. Ogni forma e materiale rappresenta uno stile e personalità del proprietario di casa. Ecco come riconoscere il tuo pouf ideale, per arredare la tua casa e rappresentare la tua visione del mondo, come faceva Maria Antonietta con le sue acconciature.

Pouf ecopelle

Chi non ha mai smesso di considerare il pouf un elemento d’arredo riservato al comfort, non può che optare per Uchi o Badù, i pouf imbottiti di forma quadrata o cilindrica firmati Bontempi Casa. Sono adatti per l’angolo relax in soggiorno, ma anche in camera da letto.

Pouf stoffa

Puffoso, una delle novità di maggiore successo di Bontempi Casa, è il pouf ultra-morbido dalla forma rotonda, imbottito e rivestito di varie tipologie di stoffa: dal più classico velluto alla lana vergine, fino ai tessuti brevettati dal marchio, come il tessuto Mambo, tessuto Lulù, Waterproof Nabuk e in versione stampata, ma anche in tessuto Déco, Kvadrat Field, Tessuto Kvadrat Coda e Pelle Premium. Questo pouf chiama personalità romantiche, sognatrici e vivaci, come i colori di Puffoso: giallo, celeste, salmone…

Pouf portaoggetti e contenitori pouf

Pouf multiforme e multifunzione, perché i più creativi hanno bisogno versatilità dai complementi d’arredo che scelgono per la propria dimora. In una casa d’artista non può mancare un pouf portaoggetti, come Pattern di Bontempi Casa, realizzato in acciaio laccato e con un design forato molto accattivante. È disponibile in diverse misure, così che possa funzionare in ogni spazio della casa. La sua forma geometrica consente di posizionare non solo sopra, ma anche al suo interno, libri, riviste e coffee table books (link articolo coffee table) da collezione. Un oggetto da esporre come pezzo cool dell’arredamento, ma anche sgabello per dipingere, scrivere, leggere, e un contenitore originale per tutto quello che desideriamo.

Pouf abbinati a poltrone

E infine, perché non scegliere un pouf en-pendant con la poltrona? La soluzione d’arredo ideale per degli studi e uffici, ma anche angoli relax del soggiorno. Daya pouf e Daya poltrona di Bontempi Casa hanno una linea minimal ed essenziale, hanno una struttura con base girevole in acciaio cromato, una scocca imbottita molto morbida e sfoderabile, e sono rivestiti in pelle ecologica, pelle premium, velluto, waterproof nabuk, lana o tessuti Lulù, Mambo e Kvadrat field. Un’ampia scelta per soddisfare tutti i tipi di confort.

L’evoluzione storica del pouf lo ha allontanato da quell’immaginario di acconciature scomode, seppur spettacolari, di Maria Antonietta. Quello che ci è rimasto di quell’allure francese, tuttavia, è il nome aristocratico ed elegante, allo stesso tempo un po’ buffo. Un pouf è tutte queste cose, dopotutto, è eleganza, comfort, ironia, carattere. E averne almeno uno fra le mura di casa ci fa sentire tutti un po’ re e regine di Francia.

Ci sono coffee table di design nati per reggere eleganti oggetti da collezione, vasi di fiori o altri elementi scelti per definire il carattere della zona living. Ci sono anche tavolini da salotto che si prestano ad accogliere tutti quegli oggetti che fanno parte della routine quotidiana, ma non hanno una collocazione fissa: riviste e periodici, cioccolatini da gustare al momento giusto, il telecomando… Il loro nome, poi, evoca il rituale del caffè – che non si serve al tavolo da pranzo, ma appunto spostandosi in soggiorno con i propri ospiti. Esiste un coffee table perfetto per ogni casa, non solo in città ma anche al mare e in montagna.

I coffee table per la casa al mare

L’estate sta finendo e con lei le nostre vacanze, ma abbiamo ancora il cuore pieno dei bei momenti trascorsi alla casa al mare, e nella mente frullano già progetti futuri che renderanno ancora più bello ed accogliente il nostro rifugio sulla spiaggia negli anni a venire. Perché non iniziare con un nuovo tavolino da caffè?

Tavolino Tao con struttura in acciaio laccato.

Come un raggio di sole, il tavolino Tao è un complemento d’arredo semplice e versatile, che si presta a diverse funzioni e dona subito allegria all’ambiente. Per un drink rinfrescante o per quei libri che finalmente abbiamo il tempo di leggere, e che “viaggiano” tra la spiaggia e il soggiorno, per scrivere le cartoline agli amici o per appuntarci le idee che il mare ci ha suggerito… Disponibile in due misure e in diversi colori, Tao si presta a tante combinazioni per assecondare l’estro di ognuno.

I coffee table per la casa in città

In città durante tutto l’anno il tavolino da salotto mostra appieno la sua versatilità, e viene utilizzato in modi diversi a seconda dei momenti della giornata e della data sul calendario. Le riviste sfogliate nei ritagli di tempo, un gelato davanti alla TV in estate, o una tazza di cioccolata calda d’inverno: ogni cosa trova il suo posto grazie al coffee table.

La soluzione ideale per andare incontro alle esigenze della vita moderna? Un set di tavolini da caffè impilabili, che in un attimo raddoppiano lo spazio d’appoggio e, quando non serve, tornano al loro posto. Il tavolino Tokio è disponibile in diverse misure proprio per creare la combinazione che meglio si adatta a ogni ambiente e alle abitudini del proprietario di casa. La sua struttura minimal, poi, si presta a ospitare gli oggetti della vita quotidiana tanto quanto i cosiddetti coffee table book, ovvero libri di grandi dimensioni, eleganti e decorativi, che possono essere considerati elementi d’arredo a tutti gli effetti, da sfogliare e ammirare nella tranquillità del proprio salotto.

 

Tavolino Tokio con struttura in acciaio laccato e piano in cristallo.

Tavolino Tiffany con struttura in legno massello e piano in acciaio laccato. Vassoio opzionale in alluminio.

Il tavolino Tiffany, invece, sembra creato appositamente per i puristi del caffè servito in salotto. È dotato infatti di un vassoio (opzionale) in alluminio per portare tazzine, caffettiera e zuccheriera dalla cucina alla sala. Seduti intorno a questo coffee table di design, gli ospiti possono gustare i loro caffè e apprezzare l’arte del ricevere dei padroni di casa.

I coffee table per la casa in montagna

Pensare alla casa in montagna ci fa subito venir voglia di inverno, di passeggiate nel verde respirando l’aria frizzante in alta quota e di chiacchierate in famiglia accanto al crepitio del fuoco nel camino. E poi, quanto manca a Natale?

Tavolino Flexus con struttura in acciaio laccato. Piano disponibile in cristallo, cristallo antigraffio e cuoio.

Il coffee table per la casa di montagna è un oggetto di design che può essere dedicato a ospitare la nostra collezione dei liquori più pregiati, quelli che teniamo per momenti speciali come i brindisi di fine anno. Con le sue linee eleganti e i materiali pregiati che ne caratterizzano il piano, il tavolino Flexus è perfetto per questa destinazione.

L’alternativa minimal chic che permette di portare anche alla casa in montagna la praticità di un set di tavolini da caffè si chiama Igloo. Si tratta di un tavolino in cristallo disponibile in due diverse misure, per scegliere se disporli uno accanto all’altro oppure impilarli uno sull’altro e utilizzare il secondo piano d’appoggio solo quando serve.

Tavolino a ponte in cristallo curvato.

 

Organizzare un cocktail party per festeggiare un evento speciale, un anniversario, o semplicemente per riunire amici, colleghi e “perfetti sconosciuti” in un’atmosfera allegra e informale, è sempre una buona idea! Un terrazzo spazioso o una veranda in giardino sono gli spazi ideali per aperitivi all’aperto, con cui godersi ancora un po’ d’estate. Come organizzare un aperitivo perfetto? Le regole del galateo sono poche e semplici: in primo luogo l’orario, tra le 18 e le 20, affinché sia chiaro che non si tratta di una cena, e poi l’allestimento “in piedi”. Regole che valgono anche per cocktail party invernali organizzati al chiuso.

Durante un cocktail party, gli ospiti si aspetteranno di trovarsi a sorseggiare drink e stuzzicare tartine e finger food in piedi: bando quindi alla classica tavola apparecchiata, ma questo non significa che non dobbiate prevedere qualche seduta e tavolini d’appoggio. La sedia Galaxy in versione sgabello alto è perfetta per ricreare l’ambiente dei Café più cool, pur senza spostarsi da casa. Fondamentale da questo punto di vista è la scelta del colore: bianco se avete in mente serate all’insegna del total white, grigio chiaro o antracite per una scelta raffinata, giallo senape, caramello oppure azzurro polvere per creare un ambiente più vivace. Per i tavolini, invece, meglio privilegiare strutture leggere ed essenziali come quelle in acciaio per outdoor dei modelli Contract di Bontempi Casa. Al momento opportuno consentiranno agli ospiti di appoggiare piattini e bicchieri, senza rubare la scena o creare un ingombro eccessivo.

Il requisito importante per un cocktail party ben riuscito è una buona organizzazione degli spazi. Sedute e tavolini andranno quindi posizionati in modo da creare delle piccole zone conversazione e relax, lasciando però libertà di movimento agli ospiti. Poter girare liberamente, socializzando con diversi gruppi di persone, creerà subito l’atmosfera giusta.

Come scegliere il menu per il cocktail party? Protagonisti saranno i drink, ma non dimenticate qualche sfiziosità da mangiare. Se non volete ricorrere a un catering, scegliete tre o quattro cocktail da preparare in caraffe e prevedete anche un’opzione analcolica. Per il menu invece, privilegiate ingredienti di stagione e ricette non troppo elaborate, facili da servire in versione finger food o nei piccoli piattini da aperitivo, appoggiandosi ai tavolini che avrete allestito. Tartine con ingredienti raffinati, torte salate, couscous, spiedini di formaggio e composizioni di frutta fresca sono solo alcuni spunti da cui partire.

Per allestire il vostro buffet, potete distribuire le portate su più tavolini in modo da evitare di creare un unico punto di “attrazione” e favorire il movimento degli ospiti. In più, potete aiutarvi con un carrellino portavivande, un grande classico dell’arredamento casa, elegante e funzionale al tempo stesso. Il carrello bar Chic, facile da spostare grazie alle piccole ruote, sarà il vostro asso nella manica. Con il suo design ispirato agli Anni 20, caratterizzato dalla struttura in ottone e dai ripiani in cristallo, vi farà sentire un po’ come in un cocktail party da Grande Gatsby.

Una parete a righe bianche e rosa che sembra uscita da un libro delle favole degli Anni 50. Un balcone che dà sul mare. In lontananza si vede il piccolo porticciolo, ravvivato dalle figure dei pescatori che sin dall’alba armeggiano con le barche e le reti. Dei tavoli bianchi, perfettamente quadrati, apparecchiati con tovaglie di lino bianco, piatti in ceramica e calici non ancora riempiti. C’è anche qualche centro tavola, composto da foglie verdi e frutti estivi, raccolti nelle vicinanze. Intorno: il rumore delle onde, il vento che soffia fra i rami degli oleandri, i gabbiani, qualche ronzio di ape allegra.

È la casa del mare. Sa di fresco, di pulito, di buono. Sa di vacanze, finalmente arrivate e totalmente meritate. È rimasta chiusa per un po’, ma ora le finestre sono spalancate e fanno entrare la luce chiara di agosto. La si vive poche settimane all’anno, ma non per questo non la sentiamo Casa.

Ore 8.00

La sveglia suona più tardi, nella casa al mare. Ci si alza a cuor leggero, e anche la testa è leggera. Vola in cucina per preparare una colazione fresca e vitaminica, che però si consuma fuori, all’ombra dell’oleandro fiorito. Le sedie della casa al mare sembrano sempre più comode di quelle usate nel quotidiano. Sarà l’aria del mare? Rigorosamente bianche, trasparenti o tinte di colori chiari. C’è anche qualche pouf, imbottito con un soffice cuscino, e piccoli portaoggetti – per posare i libri che finalmente abbiamo il tempo di leggere.

Tavolo Diesis, con struttura in acciaio laccato per outdoor e piano in cristallo e cristallo antigraffio; sedia Gipsy in policarbonato bianca, adatta anche per l’outdoor; e sgabello Boss in acciaio laccato bianco per outdoor.

Ore 10.00

Si va in spiaggia. Ci si gode la sabbia sotto ai piedi, il tempo libero e un bagno rigenerante nell’acqua del mare. I più coraggiosi tentano un giro con la canoa, altri si limitano a passeggiare sulla riva. A ciascuno la propria estate ideale, ma per tutti arriva l’ora del pranzo, e – anche se sembra strano, dato il momento di relax – ci si sente più affamati che mai. Si sa, il mare stanca.

Ore 13.00

Insalate di riso, fette di pomodoro fresco accompagnate da mozzarella di Bufala e basilico di campo, brocche di acqua aromatizzate allo zenzero e verdure di stagione. Il pranzo è servito per tutti gli ospiti della casa: amici, parenti, conoscenti. Gustare dell’ottimo cibo comodamente seduti con vista-mare è forse una delle cose che più ci manca durante l’inverno.

Tavolino Alis Outdoor in acciaio laccato per outdoor; sedie Mood Outdoor in acciaio laccato per outdoor con monoscocca in propilene.

Ore 16.00

Il pomeriggio alla casa al mare varia di giorno in giorno: a volte preferiamo fare un giro in barca, camminare lungo la costa per scoprire nuovi scorci naturali; a volte ci piace rimanere nel cortile di casa, per continuare a leggere il nostro libro, fare un gioco di carte, e perché no, dedicarci a qualche attività insolita che non abbiamo tempo di sperimantare durante l’inverno: giardinaggio, decupage… Oppure, sentiamo il semplice bisogno di riposarci, ammirando il mare.

Ore 19.00

Aperitif time. Un paio di drink in riva al mare o sul terrazzo di casa, un pratico tavolino e due pouf per godere al meglio di questo momento romantico.

Tavolino Tao in acciaio laccato per outdoor, e sgabello Boss in acciaio laccato per outdoor.

Ore 22.00

Dopo cena, la casa al mare si anima di amici, candele alla citronella e spensieratezza. Domani non ci sarà da lavorare, domani la sveglia suonerà comoda, come noi, seduti sulle nostre sedie bianche, con la testa appoggiata serenamente al muro a righe bianche e rosa.

L’estate è arrivata, è finalmente ora di concedersi un po’ di meritato relax a bordo piscina. Bastano alcuni accorgimenti nella scelta dell’arredo piscina per garantirsi momenti allegri e spensierati, tra aperitivi in compagnia, tempo da dedicare alle letture preferite e bagni di sole. Servono pezzi multitasking e resistenti all’acqua – quindi attenzione ai materiali – e poi, un tocco di colore non guasta mai quando si tratta di mobili da esterno. Tavoli e sedie in polipropilene o metallo da outdoor, da scegliere in diverse varianti di colore, sono l’ideale.

Come scegliere l’arredamento per piscina

Il giardino dove si trova la piscina rappresenta un’estensione della casa, e dovrebbe rispecchiarne lo stile: se la casa è arredata in stile classico, anche i mobili da esterno dovrebbero avere forme classiche, al contrario se si è scelto uno stile più moderno e personale, via libera a tavoli e sedie colorati da abbinare secondo la propria creatività.

Sedia Galaxy con struttura in polipropilene e fibra di vetro riciclabile in bianco – Tavolino Alis in acciaio per esterno laccato bianco.

La sedia Galaxy, con la sua seduta comoda e accogliente e il motivo geometrico sullo schienale, è perfetta per creare composizioni d’ispirazione moderna: è presente nel catalogo Bontempi Casa con o senza braccioli e in versione sgabello, declinata in otto colorazioni che vanno dal bianco al nero toccando anche Azzurro polvere, Blu, Giallo senape e Caramello. Tutto ciò che serve per liberare la fantasia, abbinando sedie di due o più colori diversi e alternando i modelli.

Sedia Gipsy con struttura in polipropilene e fibra di vetro riciclabile in bianco.

Le sedie Gipsy hanno invece un appeal più classico ed elegante. Le linee morbide e avvolgenti danno un’immediata sensazione di relax, creando al tempo stesso un ambiente dallo stile semplicemente elegante – soprattutto se si scelgono le varianti bianco, grigio chiaro o antracite.

Per completare l’arredamento per piscina in giardino, non possono mancare un divanetto da esterni e qualche sgabello intorno per creare una zona conversazione moderna e informale, perfetta per i momenti di relax all’aria aperta. Boss è lo sgabello ideale, con la struttura in metallo da outdoor e la seduta confortevole e personalizzabile grazie ai morbidi cuscini in tessuto color vaniglia, sabbia, castagna, grigio melange, antracite, azzurro polvere e blu navy.

Bontempi Casa
Sgabello Boss con struttura in acciaio laccato per outdoor.

Arredare un giardino piccolo non significa abdicare alla bellezza: è possibile trasformare un ritaglio di prato in un angolo di paradiso, dove vivere momenti indimenticabili. Arredare un giardino grande è difficile? Assolutamente no: puoi ricreare un’atmosfera intima e magica anche in spazi ampi. Ecco tutti i consigli di stile del team Bontempi Casa per arredare il tuo giardino, piccolo o grande che sia. Perché è lo stile che conta!

Arredare il giardino è una sfida divertente, perché si gioca con mobili di diverse dimensioni, complementi d’arredo e decorazioni originali. La prima regola è sfruttare gli spazi verdi, così che quello diventi l’ambiente dedicato al relax. In ultima battuta, potrai aggiungere piccoli dettagli a piacere, come sculture, vasi e molto altro.

Sedie da giardino

La sedia ideale per il giardino è realizzata in acciaio per outdoor, ha una struttura confortevole e avvolgente, ma allo stesso tempo è robusta e solida; è munita di cuscino in tessuto morbido e imbottito, resistente all’acqua e al deterioramento. Proprio come Ines outdoor, una novità Bontempi Casa 2019. La sua trasversalità in termini di colori la rende un passepartout per ogni giardino; è una seduta comoda che permette la libertà di movimento, è elegante ma discreta.

Bontempi Casa

Tavoli da giardino

Tavolo da pranzo per giardino cercasi? La risposta è Sander, il tavolo Bontempi Casa con il piano in cristallo o cristallo antigraffio, e la struttura in acciaio laccato per outdoor. Un tavolo accogliente che ospita tra i 6 e gli 8 posti a sedere. I pranzi all’aperto con gli amici, dopo tutto, richiedono un tavolo grande e resistente, ma perché rinunciare all’eleganza e allo stile?

Bontempi Casa

Tavolini da giardino

All’aperto non può mancare un coffee table che possa servire come piano d’appoggio per drink e snack, libri e riviste o un bel vaso di fiori con qualche candela. Vincent è il tavolino firmato Bontempi Casa pensato ad hoc per spazi esterni: ha una struttura in acciaio laccato per outdoor, e un piano rotondo disponibile in stratificato o alucompact. È un complemento d’arredo versatile e salva spazio, la sua linea elegante si adatta anche ai giardini meno spaziosi.

Bontempi Casa

Pouf da giardino

In giardino non può mancare un pouf, pratico e multitasking. Pattern di Bontempi Casa è il pouf-porta riviste in acciaio per outdoor: il suo design contemporaneo con piccoli fori rotondi lo rende un complemento d’arredo giovane e fresco. Disponibile in diverse varianti colore, in una mossa passa da seduta (personalizzabile anche con cuscini) a porta riviste. Infine, si abbina perfettamente al tavolino Tao, nelle sue diverse altezze. Insomma, per non fare mancare niente al tuo giardino!