È la “stanza” che collega la nostra casa con l’ambiente che la circonda, uno spazio di transizione tra gli spazi abitativi e quelli esterni: e dunque, come arredare una veranda? Di certo occorre mantenere continuità e coerenza con lo stile della casa, ma la scelta dei mobili per la veranda dipende molto dall’uso che desideriamo farne. Organizzare cene di famiglia o aperitivi tra amici, goderci momenti di relax o dedicarci ai nostri hobby… Da questo dipende anche la scelta tra veranda aperta o chiusa.

Una veranda aperta ci regala il lusso di sentirci all’aria aperta pur mantenendo la privacy dell’ambiente domestico, mentre una veranda chiusa può diventare una sorta di giardino da vivere tutto l’anno. In entrambi i casi, mai sottovalutare l’importanza di un arredo funzionale e ben curato anche per la veranda.

Arredare una veranda aperta

La veranda da giardino, aperta sui lati e coperta solo da un tetto che può essere in vetro, legno, alluminio o altri materiali, rappresenta uno spazio in totale continuità con il giardino. Adatta a chi ama la vita all’aperto, diventa lo spazio ideale dove riunire la famiglia e gli amici per un barbecue, una festa di compleanno o per un pomeriggio di giochi all’aperto. Per arredare la veranda aperta, dunque, servono sedie e tavoli da outdoor, realizzati in materiali studiati per resistere all’usura causata dai raggi del sole, dalla pioggia, dalla salsedine e dal cloro.

Esempi perfetti di mobili da veranda dal catalogo Bontempi Casa sono il tavolo Sander con le sedie Freak e lo sgabello Boss nelle versioni create per l’outdoor. Perfetti per arredare una veranda aperta, con le loro strutture in acciaio laccato creano disegni geometrici di grande fascino, mantenendo un aspetto leggero e minimal chic che li rende particolarmente adatti a questo tipo di spazio.

Il tavolo Sander, in particolare, è dotato di un piano fisso in cristallo e cristallo antigraffio. Disponibile anche rettangolare, nella versione ellittica rende l’ambiente più arioso e permette una miglior gestione dello spazio. L’unione di un materiale d’ispirazione industriale come il metallo della base con l’elemento lussuoso del piano in cristallo, rende questo tavolo estremamente moderno e ne fa un protagonista degli ambienti più sofisticati.

Le sedie Freak e gli sgabelli Boss, invece, hanno sedute di cuscineria imbottite e rivestite per cui è possibile scegliere tra diversi materiali – il più adatto in questo caso è il tessuto outdoor – e un’ampia gamma di colori per adattarsi al mood dell’ambiente. Azzurro o blu navy, abbinati a strutture verniciate in tonalità chiare, creano subito un perfetto stile marinière. E l’estate può iniziare!

Quando si tratta di mobili da patio, però, soprattutto in caso di spazi ampi e aperti, sedie e sgabelli non bastano mai. Ecco perché può essere una buona idea aggiungere all’arredo della veranda qualche sedia Galaxy, con struttura integrale in Polipropilene e Fibra di vetro riciclabile perfetta per l’outdoor come per gli ambienti chiusi. Impilabile, con o senza braccioli oppure in versione sgabello, è estremamente funzionale.

Arredare una veranda chiusa

Con dei serramenti che garantiscano un buon isolamento termico, la veranda chiusa diventa a tutti gli effetti una stanza della casa, da dedicare a ciò che più ci sta a cuore. Se lo spazio è poco, possiamo arredare la veranda chiusa semplicemente con delle sedute confortevoli e un tavolino portariviste. Ne ricaveremo un angolo dove trascorrere momenti di relax con le nostre letture preferite, o semplicemente guardando l’orizzonte, lontano dallo schermo della TV o del computer.

Se invece abbiamo a disposizione una veranda più ampia, possiamo trasformarla in una sala hobby oppure utilizzarla per ricevere gli amici. Un’idea per arredare la veranda chiusa può essere quella di adibirla a sala da pranzo: grazie alle sue ampie vetrate, potremo avere il piacere di mangiare all’aperto in ogni stagione. In questo caso, la scelta fondamentale è quella del tavolo da pranzo, elemento focale dell’ambiente: dimensioni della veranda e stile dell’arredo sono le coordinate da seguire e che possono guidarci anche nella scelta dei colori per i mobili della veranda.

Il tavolo Matrix ha una solida struttura in acciaio laccato e un piano che può essere declinato in diversi materiali, dal SuperMarmo al legno impiallacciato, e in un’ampia gamma di colori. Nero lucido con venature a contrasto per focalizzare l’attenzione, legno di noce o rovere per un ambiente più rustico, cristallo lucido extra white per allargare otticamente l’ambiente sono solo alcuni esempi delle tante soluzioni possibili con questo tavolo, disponibile anche in versione allungabile.

Attorno a un tavolo di carattere, per arredare la veranda al meglio servono sedie dalla personalità altrettanto spiccata. Come Margot, sedia imbottita con struttura in legno massello per un effetto più caldo oppure in acciaio come quella del tavolo, mentre la seduta può essere scelta in diversi tessuti e colori per adattarsi armoniosamente all’ambiente. Per creare un effetto più dinamico, è possibile alternare sedie con e senza braccioli.

L’idea in più per trasformare i pranzi in veranda in ricevimenti di gran classe? Utilizziamo un carrellino portavivande per aiutarci nel servizio: un complemento d’arredo Chic – che è anche il suo nome – e distintivo, che ci permette di limitare l’andirivieni verso la cucina e può essere usato anche per appoggiare ciò che non trova spazio in tavola. A seconda delle necessità, può anche essere sistemato in un angolo della sala e adibito a piano su cui appoggiare bottiglie e bicchieri per il dessert o il dopo cena.

Comments are closed.